2 Commenti

Obbligo firma e abbreviato
per il romeno arrestato
per furto di portafogli

AGGIORNAMENTO – Arresto, nel pomeriggio di giovedì, da parte dei carabinieri della Compagnia di Cremona. In manette è finito Z.V.M., 30 anni, romeno, sorpreso in flagranza di furto con destrezza. L’uomo era all’interno del supermercato Esselunga di via Ghisleri con un cestello per la spesa quando ha individuato una cliente che aveva lasciato la borsa nel carrello. Un’occasione da non perdere, per l’uomo, che, con la scusa di sposare il carrello, ha rubato il portafoglio contenente 300 euro dalla borsa della sua vittima, un’insegnante di 62 anni cremonese. Alla donna, però, non sono sfuggiti i movimenti furtivi del romeno, che, alle contestazioni della derubata, ha negato di essersi impossessato del borsello. A quel punto la 62enne si è rivolta al personale di sicurezza del supermercato che ha subito allertato i carabinieri. A nulla è servito il tentativo del ladro di disfarsi del bottino gettandolo dietro un bidone. Il portafoglio è stato recuperato dai militari e il romeno è stato condotto in caserma per essere identificato. Dopodichè per lui, già recidivo, è scattato l’arresto.

Venerdì in tribunale nel processo per direttissima sono stati chiesti i termini a difesa: per il 30enne, difeso dall’avvocato Andrea Balzarini, è stato disposta la scarcerazione e la misura meno afflittiva dell’obbligo di firma. Si discuterà del caso in aula il 18 marzo con rito abbreviato.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Che strano,un romeno che ruba…

  • pier

    recidivo ,arrestato ,condannato poi dovrebbe essere ESPULSO…..non abbiamo bisogno di tali soggetti!!!!!!!