Un commento

Piazza Marconi, solo il 30%
del traffico è diretto verso
il parcheggio interrato

Lo staff mobilità del Comune mette a punto nuovi provvedimenti per risolvere le criticità sollevate dai residenti di via Bellarocca e via Belfuso a seguito della chiusura al traffico, dalle 7 alle 18, di via Tibaldi.

Velocità massima a 20 km all’ora nelle strade acciottolate attorno a piazza Marconi e a 30km/h in quelle asfaltate, con la creazione di un’area uniforme a bassa velocità per cercare di contemperare esigenze dei residenti e di mobilità cittadina. E’ una delle risposte che l’assessore alla Mobilità Alessia Manfredini ha fornito alla consigliera M5S Lucia Lanfredi che in un’interrogazione riportava le lamentele dei residenti di via Belfuso e via Bellarocca dopo l’istituzione del divieto di transito in via Tibaldi.  Sono terminate le rilevazioni dei passaggi auto in questo reticolo di strade, e da un confronto tra la settimana 17 – 23 dicembre 2015 e quella dal 3 al 9 febbraio 2016 emerge che i passaggi in via Bellarocca sono  passati da 2024 a 1529, una diminuzione del 24%; quelli in via Belfuso da 1460 a 1153 (-21%); quelli in via Tibaldi sono scesi del 19% passando da 750 a 612. Via Bellarocca è, tra le tre strade, quella che sopporta il maggior numero di auto in transito, il 46%; segue via Belfuso con il 35%, ultima via Tibaldi con il 19%. E’ stato inoltre rilevato che solo il 30% delle auto accede in questa zona per parcheggiare nell’autosilo mentre la restante parte si divide tra sosta a raso e transito per raggiungere l’abitazione o le attività commerciali.

La nuova area residenziale uniforme, interesserà oltre a queste strade anche via Cesari, via Belcavezzo, via Monteverdi, via Bell’Aspa e via Ala Ponzone: i diversi limiti di 20 e 30 km/h a seconda  della sede stradale sono funzionali a riequilibrare i transiti tra le vie d’uscita da piazza Marconi. Confermato però il divieto di passaggio in via Tibaldi (tranne autorizzati) nella fascia oraria tra le 7 e le 18. Lo staff Mobilità del Comune provvederà anche ad una ricognizione in merito ai passaggi della linea C dell’autobus. Inoltre viene assicurata l’intenzione di rivedere gli stalli riservati ai residenti nelle vie Belfuso e Bellarocca. Difficile dire se questi provvedimenti serviranno ad accontentare i residenti di queste due vie che lamentano eccessivo rumore da quando la quasi totalità del traffico proveniente da piazza Marconi è obbligato a transitarvi. Tantopiù che le cose sono destinate a cambiare ancora perchè tra qualche mese sarà avviato un cantiere privato in via Ettore Sacchi che inevitabilmente comporterà ulteriori modifiche al traffico locale.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Andrá a finire che chiuderanno anche queste vie, non é gia abbastanza la zona cimiteriale a Cremona?