Politica
Commenta

Incarico all'arch. Magnoli Bocchi per il bando di gara illuminazione pubblica

Affidato all’architetto Gian Carlo Magnoli Bocchi l’incarico da 50,5 mila euro (39.800 più Iva) per  le attività propedeutiche alla gara per l’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica, che potrà contare su un ricco finanziamento di Fondazione Cariplo (Bando 100 Comuni efficienti e rinnovabili). Lo studio di architettura è risultato l’unico ad avere risposto all’invito effettuato dal Comune per reperire la professionalità richiesta, che prevede competenze specifiche non presenti all’interno dell’organico comunale. Tre le ditte invitate nell’ambito della procedura negoziata semplificata indetta dagli uffici.

L’incarico, tecnicamente “Project Management”, prevede il supporto al personale del Comune per la gestione della gara finalizzata ad individuare l’impresa che effettuerà l’intervento e dovrà essere portato a termine entro il 31 dicembre 2016.

L’affidamento dell’incarico rappresenta un primo utilizzo di parte dei 343.000 euro ottenuti da Fondazione Cariplo, che finanzia –  nel caso di riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione pubblica e degli impianti semaforici attraverso il coinvolgimento di privati – l’assistenza tecnica per lo sviluppo di investimenti mirati ad ottenere una percentuale di risparmio energetico pari ad almeno il 20% rispetto ai consumi medi dei tre anni precedenti. In sostanza, tutte le azioni che, in tempi rapidi, portano alla redazione di una gara con procedura ad evidenza pubblica tale da consentire la realizzazione di una serie di interventi di riqualificazione della rete di illuminazione cittadina.

Gli interventi prevedono l’impiego di sistemi di illuminazione ad elevata efficienza, come i Led, per ridurre i consumi, “pali intelligenti” e strumenti legati alla smart City, che saranno installati, in particolare, in due zone della città che oggi generano i maggiori consumi: centro storico e quartiere Po. Quasi 14mila i punti luce che verranno ammodernati.

 

© Riproduzione riservata
Commenti