Spettacolo
Commenta

La Banda della Polizia entusiasma il Ponchielli

foto Sessa

Un magnifico concerto che ha trascinato un teatro Ponchielli stracolmo a festeggiare con ripetuti e ritmati applausi il ritorno a Cremona della Banda Musicale della Polizia di Stato diretta da Maurizio Billi. Insieme al complesso musicale della Polizia il coro Polifonico Cremonese diretto da Federico Mantovani e i cantanti Federica Baluani (voce perfetta e versatile, perfettamente a suo agio dalla canzone napoletana, all’opera lirica e al pop) e Francesco Grosso (un tenore a suo agio nella lirica ma anche nella canzone tradizionale). Applausi per Olga Zakharova che ha suonato un violino costruito dai maestri liutai del Consorzio per la Banda Musicale della Polizia. Soddisfazione del questore Bonaccorso e del sindaco Galimberti che hanno fortemente voluto questo bel concerto.
Un programma vario e ben studiato ha dimostrato la straordinaria capacità della Banda, ormai star internazionale, sia nel tradizionale che nel sinfonico (bellissimo il Rondò Capriccioso op.28 a Camille Saint Saens) che incursioni di altissimo livello nel tango di Piazzolla (Oblivion, cantato magnificamente da Federica Baluani, e un inedito arrangiamento di Libertango) e nel jazz di Duke Ellington. Ma il pubblico è rimasto affascinato dal tributo a Ennio Morricone mentre sullo schermo scorrevano le immagini dei film con le colonne sonore del premio oscar italiano. Davvero un concerto straordinario che , anche nel programma molto vario, ha saputo toccare le corde di un pubblico che non ha lesinato applausi. Chiusura con tutto il teatro in piedi per l’inno nazionale intonato da tutti i presenti.

banda 3 banda2 banda1

© Riproduzione riservata
Commenti