Commenta

Incidente ferroviario blocca
i treni, attese di più di 2 ore
a Treviglio: pendolari furiosi

L'ennesima serata passione e di rabbia per i pendolari della Mi-Cr-Mn, dopo che, intorno alle 19 di martedì, un uomo si è tolto la vita gettandosi sotto un treno alla stazione di Capralba. Il tragico incidente ha bloccato completamente la circolazione ferroviaria.
Carabinieri intervenuti per tranquillizzare i pendolari in attesa

L’ennesima serata passione e di rabbia per i pendolari della Mi-Cr-Mn, dopo che, intorno alle 19 di martedì, un uomo si è tolto la vita gettandosi sotto un treno alla stazione di Capralba. Il tragico incidente ha bloccato completamente la circolazione ferroviaria. Tutti i treni sono stati fatti fermare a Treviglio, rendendo impossibile alle persone dirette verso Crema o Cremona di raggiungere le proprie mete, ma anche facendo sopprimere tutti i convogli tra Cremona e Treviglio.

“Arrivavo dalla stazione centrale di Milano con il treno delle 8.25 e ci hanno avvertito che ci saremmo fermati a Treviglio a causa di un incidente” racconta il consigliere regionale Agostino Alloni. “Quando siamo arrivati, c’erano persone che aspettavano da due ore un pullman sostitutivo che le conducesse a destinazione”. Naturalmente la rabbia è esplosa tra i pendolari, tanto che si è reso necessario l’intervento dei carabinieri, che hanno dovuto calmare gli animi. “Il grosso problema è la disorganizzazione di Trenord, che non è in grado di gestire le emergenze in modo tempestivo, nè di fornire informazioni precise ai pendolari”. Anche il servizio sostitutivo è stato gestito male, causando appunto lunghe attese, che hanno scaldato gli animi.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti