Politica
Commenta

Pd, si va ad una segreteria allargata ai coordinatori dei circoli

foto Sessa

Pd cremonese verso una soluzione istituzionale per reintegrare la segreteria cittadina, dopo le dimissioni di Lia a Beccara, appartenente alla corrente di minoranza e di Francesca Baldini che già da tempo aveva manifestato l’intenzione di lasciare per motivi personali. Domani pomeriggio, 7 luglio, il segretario Galletti ha convocato una Direzione per presentare i nuovi componenti di segreteria, procedere all’elezione  ed evitare così una situazione di stallo estivo già conosciuta in passato. Gli appuntamenti autunnali, in primis il referendum con gli importanti risvolti nazionali che ne deriveranno, ma anche le turbolenze all’ultima direzione nazionale,  sconsigliano ai democratici di presentarsi sfaldati alla loro base e all’elettorato che intendono riconquistare dopo l’esito tutt’altro che soddisfacente alle elezioni amministrative. A Cremona il risultato di queste ultime è andato meglio, ma in questo periodo sono i temi nazionali a tenere banco. E così, più che ai personalismi e ai dissapori locali, il segretario Galletti starebbe pensando di inserire in segreteria i coordinatori dei circoli cittadini, i più vicini alla base, coloro che da tempo chiedono una maggiore presenza del partito sul territorio e nei quartieri. Entrerebbero dunque, accanto a Luigi Lipara, presidente del Duemiglia e già membro di segreteria, Mariella Laudadio (Cittanova), Carlo Duca (Po), Eleonora Sessa (Cascinetto, già componente), Fabiola Barcellari (Ghilardotti). Oltre alle figure di ricordo con l’amministrazione comunale, Rodolfo Bona (capogruppo) e Simona Pasquali (presidente Consiglio). Incerta la sorte di Santo Canale, membro uscente di segreteria. Su questa composizione ci sarebbe l’accordo della componente di minoranza (Burgazzi – Poli).

gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti