Commenta

Colpisce alla testa la moglie
dopo una lite, 65enne in
manette: tentato omicidio

Foto Sessa

Un uomo di 65 anni è stato arrestato dai carabinieri per tentato omicidio per aver lanciato contro la moglie un vaso di cemento dopo averla presa a bastonate e averla inseguita fuori da casa. Si tratta di Gianpietro Pampolini, 65 anni. In gravi condizioni la moglie 60enne, Oriana Manfredi, ricoverata al Maggiore. Non risulta, comunque, in pericolo di vita.

Una lite è scoppiata attorno alle 22.30 nella loro casa di via San Bernardo per questioni di gelosia, stando ai primi accertamenti dell’Arma. La donna, secondo quanto ricostruito, è stata malmenata con un ombrello e presa a pugni. Poi l’inseguimento e il vaso tirato in testa alla donna in cortile. I carabinieri, allertati da un vicino, sono giunti sul posto e hanno avviato gli accertamenti, arrivando all’arresto dell’uomo.

Secondo quanto ricostruito dalle prime indagini dell’Arma, tutto è scaturito da una lite tra i due, causata dal fatto che il marito sospettava un tradimento da parte della moglie. Dalle urla, rapidamente  l’uomo è passato alle vie di fatto, aggredendo la donna già nella camera da letto con un ombrello e pugni al volto, tentando infine di gettarla dalla finestra. Sempre secondo quanto ricostruito dall’Arma, la donna, dopo essere riuscita a sfuggire alla violenza, rifugiandosi in cortile e chiedendo aiuto, è stata però raggiunta dall’uomo, che le ha lanciato una fioriera in cemento, colpendola più volte alla testa.

La vittima è caduta a terra perdendo i sensi, in un lago di sangue. Un vicino, udite le urla, ha chiamato immediatamente il 112. a pattuglia dei carabinieri si è precipitata sul posto nel giro di pochi minuti, riuscendo a bloccare l’uomo e a far soccorrere la donna, ormai priva di sensi. Presso l’ospedale di Cremona la vittima è stata immediatamente sottoposta a tutti gli accertamenti del caso. I medici le hanno diagnosticato “traumi ripetuti in regione cranio facciale e della colonna vertebrale”. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l’uomo era già seguito a causa di un recente stato depressivo. Nei suoi confronti sono scattate le manette per il reato di tentato omicidio, ed è stato portato presso il carcere di Cremona, dove in mattinata verrà interrogato dal pubblico ministero di turno, Carlotta Bernardini.

1

2

© Riproduzione riservata
Commenti