Commenta

AcqueDotte, al Trecchi
risuonano racconti
e musiche con Moni Ovadia

Foto Sessa

Venerdì sera Palazzo Trecchi ha accolto Moni Ovadia e l’Orchestrina Adriatica per il Festival AcqueDotte. In scena lo spettacolo Trasponde, con una unione di racconti, brani tradizionali e composizioni inedite. Racconti tratti dai testi di Predrag Matvejevic, Paolo Rumiz e dello stesso Moni Ovadia e musiche originali scritte da Giovanni Seneca, per uno spettacolo che si presenta anche come un omaggio al mare Adriatico.

Domenica nuovo appuntamento con il Festival. Alle 21,30 alla Terrazza sul Po di largo Marinai d’Italia si ballerà con la Spleen Tango Orquesta.

2 3 4

 

© Riproduzione riservata
Commenti