Commenta

Cremona Solidale,
iniziata la 25esima
Sagra settembrina

Si è aperta venerdì la 25° Sagra Settembrina a Cremona Solidale. Iniziativa consolidata e attesa dagli ospiti che ripercorre dentro gli spazi di via Brescia 207 la tradizione dei paesi, ancora viva nel territorio: quella della festa di fine estate, della sagra settembrina.

Tre giorni ricchi di iniziative, dedicate agli ospiti di Cremona Solidale ed ai loro familiari ma anche pensate per i dipendenti, le loro famiglie, i cittadini del circondario che vogliono fare visita a questa realtà viva e vitale della nostra città.

Ieri la Sagra è stata caratterizzata da una iniziativa intensa e di grande impatto emotivo: la S. Messa concelebrata dai parroci delle Parrocchie vicine e dai cappellani di Cremona Solidale: Don Goffredo e Don Franco, cappellani di Cremona Solidale, Don Maurizio Responsabile diocesano della Salute, Don Giampaolo della Parrocchia di San Francesco e Vicario Episcopale per la Pastorale, Don Pierluigi della Parrocchia Immacolata Concezione del Maristella, Don Giuliano della Parrocchia di San Bernardo. Sotto al grande gazebo allestito per l’occasione si sono ritrovati circa 150 anziani, molti con le loro famiglie, alcuni parrocchiani dei dintorni, il Sindaco di Cremona Prof Galimberti con la fascia tricolore, il Presidente di Cremona Solidale Dott Arcaini, il Direttore Generale Tanzi.

Don Maurizio ha avuto parole di conforto e di straordinaria attenzione verso gli ospiti, si è soffermato a ricordare quanto le ferite della vita siano curate con la fede e l’amore. Il brano del Vangelo, letto durante la Messa, è stato altrettanto evocativo ed ha attirato attenzione e silenzio da parte dei presenti: il vino vecchio spesso è migliore di quello nuovo e, allo stesso modo, quanta vita, quanti ricordi, quanta saggezza, quanta cura è stata donata dagli anziani ai più giovani. Don Pierluigi ha voluto ringraziare gli anziani, ricordando che tutti i presenti, i figli, i sacerdoti ed i familiari hanno un immenso debito verso quei padri, quelle madri, ora anziani e bisognosi di aiuto, accolti nelle case di riposo, ma che un tempo li hanno cresciuti dando tempo, vita, compagnia, insegnamenti.

Sabato la Sagra continua. Al pomeriggio mercati bio e KM 0, bancarelle dell’hobbistica, giochi per i piccoli, area merenda, zucchero filato e gonfiabili: insomma Cremona Solidale si trasformerà in una vera piazza dove giovani e meno giovani troveranno il proprio divertimento. Domenica la Sagra si concluderà con l’angolo del dialetto al mattino e la Banda al pomeriggio.

IMG_1652 IMG_1662

© Riproduzione riservata
Tags
Commenti