Commenta

Maristella, Comune prende
tempo per rotatoria: prima
monitoraggio traffico

foto Sessa

Viabilità al quartiere Maristella. Dopo la posa dei cordoli per la pista ciclabile sul piazzale, il Comune rende noto in un comunicato che “prosegue il percorso avviato da tempo con il direttivo del Comitato di quartiere 7 sulla viabilità del Maristella attraverso riunioni tecniche ed operative, confrontando le aspettative con quanto realizzabile anche rispetto alle risorse stanziate nel Piano delle opere pubbliche. In questa fase, relativamente ad alcune priorità evidenziate dal Comitato di quartiere, dopo la posa dei cordoli per la messa in sicurezza della pista ciclabile lungo via Persico, vi è la necessità di migliorare la sicurezza di alcuni attraversamenti pedonali, utilizzando eventualmente semafori, in modo da ridurre la velocità di transito dei veicoli, tenendo conto dei nuovi punti di aggregazione sorti lungo la strada principale della zona.

“I tecnici del Settore Mobilità – continua il Comune – effettueranno nelle prossime settimane anche un nuovo monitoraggio del traffico utilizzando le spire, in modo da poter disporre di dati recenti sui transiti in via Persico, dal momento che l’ultimo rilevamento risale al 2013. Il progetto della rotatoria è in fase di perfezionamento: i tecnici stanno lavorando in modo da renderlo funzionale al nuovo assetto viario e, successivamente, come concordato, verrà sottoposto all’attenzione del direttivo del Comitato di quartiere. L’attenzione alla viabilità nella zona Maristella da parte dell’Amministrazione comunale è continua, con interventi che vengono realizzati per fasi, in modo da poterne valutare in modo concreto i benefici ottenuti”.

Il comunicato è anche una risposta al consigliere di minoranza Federico Fasani, che sulla viabilità del Maristella ha ingaggiato una vera e propria battaglia, forte del fatto che in campagna elettorale il centrosinistra aveva promesso interventi che sono rimasti lettera morta (la rotatoria) e convinto del fatto che la lettera inviata dal Comitato al Comune (non ancora consegnata al consigliere che la richiesta ufficialmente) contenga molte critiche che oggi vengono sottaciute.  “Una vergogna, come previsto nascondono la lettera e i suoi contenuti”, afferma Fasani. “Dov’è il loro progetto? E dov’è la lettera che lo critica? Altro che i cordoli, avevano promesso la rotatoria entro il 2016. Solite irrispettose promesse al vento. Ma quale confronto, come al solito tentano di fare digerire le loro decisioni irrevocabili. Vessano la città con modifiche strampalate che impongono a prescindere dalla volontà dei cittadini. Dopodichè tentano di addormentare l’opinione pubblica. La questione mobilità è gestita in maniera irresponsabile, senza visione e senza progetto. Il risultato è la somma di non-scelte frutto di capricci”.

“Il piano opere pubbliche parla chiaro – è la replica dell’assessore alla Mobilità Alessia Manfredini – stanziamenti divisi per annualità. Per il quartiere Maristella nel 2016 erano appostati 100.000 euro per riqualificazione viabilistica. E questi verranno spesi entro fine anno per interventi concordati con il comitato di quartiere. Perchè prima ci vogliono i progetti, magari approvati, e non lasciati nel cassetto (strada sud) o approvati un giorno prima delle elezioni (mezzo primo lotto della pista di Cava) o approvati di corsa con parecchie contraddizioni (sottopassi, altezza, pendenza e larghezza) e altri lasciati come schizzi nel libro dei sogni (eliminazione passaggio a livello via Ghinaglia o PUM), e poi ci vuole la necessaria condivisione.
Queste cose stiamo facendo, alla luce del sole, con grande coerenza, e con il sorriso. Il rancore lo lasciamo davvero ad altri”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti