Commenta

Droga negli slip: 3 anni e 8
mesi ai due pusher albanesi
Espulsione a pena espiata

L'avvocato Curatti

L’avvocato Curatti

Tre anni, otto mesi e 12.000 euro di multa per ciascuno dei due imputati, processati con il rito abbreviato. Così ha deciso il giudice Francesco Sora nei confronti dei due albanesi arrestati il 3 marzo scorso dai carabinieri per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Entrambi erano stati individuati alla stazione dei pullman durante un’attività di controllo del territorio. Uno dei due, Aldorino Lulaj, 20 anni, aveva nascosto negli slip 53 grammi di cocaina purissima e ancora da tagliare. Nell’abitazione dei due amici, i militari hanno trovato altre 3 dosi di cocaina del peso complessivo di 3 grammi, materiale per il taglio e il confezionamento, un bilancino di precisione e la somma in contanti di 5.600 euro, ritenuta provento dello spaccio. Per Lulaj sono stati disposti gli domiciliari, mentre per l’altro arrestato, Marjeld Subashaj, 21 anni, la custodia in carcere. Quest’ultimo, titolare del contratto d’affitto dell’appartamento di Cremona, attualmente vive a Milano a casa di parenti. Risulta indagato per furto in un’altra vicenda. Per questo aveva il divieto di tornare a Cremona, divieto che però non ha rispettato per vedere la fidanzata. Ai carabinieri, Lulaj ha puntato il dito contro l’amico, accusandolo di essere il capo dell’organizzazione e di aver ricevuto da lui 100 euro per nascondere la droga negli slip. “Nei confronti del mio cliente non ci sono riscontri oggettivi”, ha commentato in aula l’avvocato Luca Curatti, difensore di Subashaj. “Il mio cliente non è stato trovato in possesso di droga, e quanto sequestrato in casa non è suo. Il mio assistito vive a Milano e nella casa di Cremona ci vive solo Lulaj”. Ma per il giudice, entrambi sono colpevoli. Per loro è stata anche disposta l’espulsione dal territorio a pena espiata.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti