Commenta

Imprese cremonesi
in difficoltà con i fornitori,
puntuale solo il 46,9%

Le imprese di Cremona sono in difficoltà nei pagamenti commerciali. Soltanto il 46,9% delle aziende cremonesi, infatti, è puntuale nel saldo delle fatture ai fornitori. Un risultato superiore alla media della Lombardia, pari al 44,4%, alla media dell’area del Nord Ovest, al 40,7%, e alla media nazionale, pari al 35,6%, ma che mette comunque la provincia di Cremona a distanza dalle più virtuose a livello regionale. Le imprese cremonesi sono inoltre fra le peggiori a livello regionale anche sul fronte dei ritardi gravi: il 7% delle aziende, infatti, salda le fatture con più di 30 giorni di ritardo, contro il 7,3% della media lombarda, l’8,4% della media dell’area del Nord Ovest e il 12% della media nazionale. Il 46,1% delle imprese di Cremona, invece, paga i fornitori entro il mese di ritardo, dati aggiornati fine marzo 2017. Sono alcuni dei risultati dello Studio Pagamenti di Cribis, società del Gruppo CRIF specializzata nella business information, che dimostrano come le imprese di Cremona godano di buona salute e affidabilità commerciale se confrontate con la media nazionale, ma appaiono ancora indietro rispetto alle migliori province lombarde. Un quadro confermato anche dal confronto con il 2010, da cui emerge che le imprese puntuali sono scese dal 47,6% al 46,9%, mentre i pagamenti gravi sono più che triplicati, passando dal 2,2% al 7%.

Entrando nel dettaglio delle singole province, le imprese di Sondrio si aggiudicano il primo posto per puntualità non solo a livello regionale ma anche a livello nazionale, con il 57,6% delle aziende che salda le fatture alla scadenza. Sul podio anche le province di Brescia, col 51,9% di imprese puntuali, e Bergamo, col 51,3% di aziende che pagano i fornitori nei termini pattuiti. Seguono le imprese di Mantova (50,6%), Lecco (49,2%), Como (47,7%), Cremona (46,9%), Varese (44,8%), Lodi (44,1%), Monza e Brianza (43,3%) e Pavia (42,2%). Performance negativa, ancora in peggioramento rispetto al 2016, per le imprese di Milano, che chiudono la classifica e si confermano maglia nera in Lombardia: soltanto poco più di un’impresa su tre (il 35,3%), infatti, paga puntualmente le fatture.

© Riproduzione riservata
Tags
Commenti