Commenta

Full immersion nella tecnologia:
il 10 giugno appuntamento
con Cremona Tech Night

Il Laser Symphony

Cremona capitale della tecnologia per una notte: sabato 10 giugno scatta infatti la Cremona Tec-Night, iniziativa promossa in occasione dell’inaugurazione del Polo Tecnologico. La giornata prenderà il via già dalla mattina, con il taglio del nastrodella nuova sede del Polo, in via dell’Innovazione digitale, alla presenza del ministro Maurizio Martina, del sottosegretario Luciano Pizzetti, il consigliere regionale Carlo Malvezzi, il presidente della Camera di Commercio Giandomenico Auricchio, nonché gli esponenti del mondo delle utilities come Giovanni Valotti (A2A). Antonio Vivenzi (Lgh) e naturalmente la presidente del Consorzio Crit, Carolina Cortellini.

Un vastissimo programma di eventi legati alla tecnologia animeranno questa kermesse esclusiva che coinvolte anche i negozi e il Museo del Violino, i quali per l’occasione resteranno aperti sino a notte inoltrata. Come ha spiegato Stefano Pelicciardi (Sgp eventi, organizzatore della manifestazione), si partirà già nel pomeriggio con un convegno nazionale, promosso da LineCom e A2A, sul tema della smart land e dell’innovazione nei piccoli comuni. Si potrà incontrare Giovanni De Sandre, ingegnere della Olivetti che realizzò negli anni 60 il primo computer della storia. In Camera di Commercio sarà possibile vedere all’opera la stampante di cibo in 3d, ossia un macchinario che riproduce un modello virtuale tridimensionale utilizzando impasti alimentari.

Non mancheranno performance artistiche, come il Laser Symphony, un tappeto sensibile che al passaggio del pubblico creerà delle coreografie spettaclari di laggi laser e note di violino. O ancora il Music Painting dell’artista Giulio Masieri: si tratta di un pannello sonoro che consente di realizzare opere pittorico-musicali. E ancora, il live panting architetturale, un sistema di proiezione collegato a una tavoletta grafica permette infatti all’artista di dipingere sui palazzi, di esaltarne le linee attraverso pennellate di luce, di decorare le facciate trasformandone l’immagine, di vestirle con colori nuovi, senza però snaturare le architetture originali.

Tappa imperdibile per grandi e piccoli sarà  la sala di Spazio Comune dove Luca e Marco Giannitti, due notissimi “architetti di Lego®” grazie a decine di Kit Lego® Architecture Studio, aiuteranno il pubblico nella costruzione del “Polo che vorrei”, un progetto che invita le famiglie a immaginare come potrà svilupparsi in futuro il Polo dell’Innovazione, e quindi provare a costruirlo con l’ausilio dei mattoncini colorati più famosi del mondo.

Insieme a tutti gli altri momenti che riempiranno di luci, suoni e colori la notte della tecnologia, a condurre il pubblico fino all’alba appuntamento infine con la Silent Disco: oltre 300 cuffie distribuite gratuitamente faranno ballare tutti senza far rumore, con la possibilità di scegliere musica e dj a proprio piacimento, il tutto alla presenza di migliaia di selfie dei partecipanti che tramite un’apposita app saranno proiettati live sulla parete del Palazzo Comunale.

I partecipanti alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa

“Nella nostra città si coniugano tradizione e innovazione: la Cremona Tec-Night non è solo un evento, ma corrisponde alla linea di sviluppo industriale, produttivo ed economico della nostra città” ha commentato il sindaco Gianluca Galimberti. “Abbiamo fatto tanti sforzi per arrivare alla nascita del Polo Tecnologico, ma il percorso ora va avanti”.

Soddisfazione anche dal presidente della Camera di Commercio, Giandomenico Auricchio: “Si tratta di un evento imporante e dal valore ecocativo, per diffondere il concetto dell’importanza dell’innovazione tecnologica. Lo abbiamo visto anche dati alla mano: le aziende innovative sono quelle che sono cresciute in maniera più significativa di tutte le altre”.

“Il Polo per l’Innovazione Digitaleha come obiettivo quello di rappresentare un pivot territoriale in grado di sostenere la comunità cremonese nell’approdo alla società digitale” ha detto Carolina Cortellini, presidente del Crit. “Dopo alcuni anni di duro lavoro ora è una realtà che desideriamo che i cremonesi sentano propria. Per questa ragione oltre all’inaugurazione ufficiale abbiamo pensato di dare vita ad una vera e propria festa per la città. Tec-night, una notte bianca durante la quale i cremonesi e tutti quelli che parteciperanno potranno scoprire che Cremona, insieme alle classiche vocazioni, oggi può rivendicarne una nuova: quella legata alle nuove tecnologie. Per questo vorrei che questo sia solo il punto di partenza. Bisogna guidare le aziende verso il cambiamento e l’innovazione, in un territorio che deve diventare sempre più inclusivo”.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti