Un commento

La 'Gare de Gars': ecco il
futuro dell'ex biglietteria
degli autobus di Via Dante

Il Comune affiderà in uso alla COSPER l'edificio, già biglietteria della stazione delle autolinee, che sarà destinato a laboratorio di ciclofficina e luogo di aggregazione denominato “La Gare des Gars” (la stazione dei ragazzi).

Una nuova attività sociale nell’ex biglietteria della stazione degli autobus in via Dante. La Giunta comunale, al termine di un intenso e proficuo lavoro che ha visto la collaborazione e il coinvolgimento di vari Assessorati, ha espresso parere favorevole alla bozza di convenzione presentata da COSPER Società Cooperativa Sociale Impresa Sociale onlus, per l’ottenimento della “pubblica utilità”, requisito necessario a svolgere le attività che saranno realizzate in questo immobile appartenente al patrimonio comunale. Il Comune affiderà in uso alla COSPER  l’edificio, già biglietteria della stazione delle autolinee, che sarà destinato a laboratorio di ciclofficina e luogo di aggregazione denominato “La Gare des Gars” (la stazione dei ragazzi).

La Giunta ha riconosciuto al progetto il carattere di pubblica utilità tenuto conto dei molteplici e diversificati servizi che saranno offerti e che garantiscono la massima fruibilità della struttura da parte della cittadinanza: si potrà così dare una migliore risposta ai bisogni emergenti anche in sinergia con i servizi territoriali.

COSPER provvederà, senza oneri aggiuntivi per l’Amministrazione Comunale, alla messa a norma dei locali e a presentare un piano di gestione del servizio, secondo le direttrici di un progetto, a carattere sociale e preventivo, rivolto ad adolescenti e giovani in situazione di disagio sociale. La convenzione prevede che siano proposti momenti aggregativi, didattici, educativi ad accesso privilegiato per cittadini cremonesi con particolare attenzione a minori inseriti in percorsi di inserimento sociale e di integrazione socio-culturale.
Il gestore dovrà inoltre garantire l’integrazione con le altre proposte territoriali in tema di uso della bicicletta per favorire questa pratica in città, collaborando con il Comune, enti profit, singoli cittadini e le associazioni specializzate in questo ambito, oltre a rendersi disponibile per forme di collaborazione con l’Amministrazione e l’ente gestore del servizio cittadino di bike-sharing per la promozione dello stesso e lo svolgimento di attività collegate alla sua gestione.

Altro elemento qualificante della Convenzione approvata  è l’impegno della Cooperativa a rendersi disponibile per attivare, laddove possibile, percorsi di inserimento lavorativo di giovani e adulti in condizione di svantaggio utilizzando lo spazio di ciclofficina e l’attività ad esso collegata, oltre a garantire la manutenzione delle biciclette in carico al Settore Politiche Sociali, il tutto senza alcun onere a carico dell’Amministrazione.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    …”al termine di un intenso e proficuo lavoro che ha visto la collaborazione e il coinvolgimento di vari Assessorati” …tutta questa enfasi per la gestione di un prefabbricato di lamiera…