Commenta

Tachigrafo digitale alterato:
nei guai autista lituano
fermato in via Eridano

Venerdì  22 settembre intorno alle 17 un’ agente di Polizia Locale ha fermato in via Eridano un autoarticolato proveniente dal ponte sul Po (lato Castelvetro Piacentino). Nel corso del controllo effettuato è emerso che il mezzo era di nazionalità lituana e non superava la massa massima ammissibile di 20 tonnellate come imposto dalla segnaletica verticale. Durante il controllo e la stampa del tachigrafo digitale presente a bordo poi è stato riscontrato che il veicolo risultava fermo dalle 12.33, pertanto gli agenti hanno chiesto spiegazioni su quanto emerso al conducente lituano.

Ulteriori stampe dei dati tecnici del veicolo e dei profili di velocità hanno dimostrato che il tachigrafo digitale era stato alterato. Un’ ispezione del veicolo nella parte del trasmettitore e nella cabina di guida ha permesso di scoprire, in un piccolo scomparto posto su di un lato del tachigrafo, la presenza di un dispositivo elettronico in grado di eludere il tachigrafo e i relativi dati trasmessi dal trasmettitore, utilizzando il pedale dell’acceleratore e del freno a veicolo fermo premendolo in una sequenza di tre volte acceleratore e una volta il freno.

Il dispositivo elettronico è stato sequestrato ed al conducente sono stati notificati i verbali di contestazione per violazione delle norme sui tempi di guida oltre alla comunicazione all’Autorità Giudiziaria per la verifica dei presupposti per la violazione penale della “Rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro”

© Riproduzione riservata
Commenti