Commenta

Un violino Stradivari
protagonista all'università
Bocconi di Milano

Lo Stradivari Lam ex Scotland University 1734 è stato protagonista oggi a Milano alla Bocconi in occasione dell’apertura dell’Anno Accademico del Master in Arts and Management and Administration (MAMA) diretto dal professor Andrea Rurale, che dal maggio scorso è anche Presidente del Conservatorio di Cremona “Claudio Monteverdi”.

Il violino nell’occasione è stato suonato da Giuseppe Gibboni, giovanissimo astro nascente dell’Accademia Walter Stauffer dove, dallo scorso anno, è allievo di Salvatore Accardo. L’occasione era del tutto eccezionale anche per la presenza del Direttore Generale dell’UNESCO Irina Bokova del Sottosegretario ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni.

Il giovane virtuoso ha eseguito in modo splendido tre capricci di Paganini (1, 5 e 24), riscuotendo una standing ovation. Anche il bis è stato paganiniano con le Variazioni sull’Inno Nazionale Inglese, pure eseguite in modo magistrale.

Ad accompagnare il musicista sono stati da Cremona il presidente dell’Accademia Walter Stauffer Paolo Salvelli e il presidente dei “friends of Stradivari” Paolo Bodini, nonché la proprietaria del violino Eva Lerner Lam, che da anni ha affidato il suo strumento al Museo del Violino, proprio nell’ambito del network dei “friends”. Anche questo evento ha messo in evidenza le eccellenze di Cremona nell’ambito della musica e della liuteria ed è stato molto apprezzato da parte del Direttore Generale Unesco che ben ricordava la iscrizione della liuteria cremonese nel Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

© Riproduzione riservata
Commenti