Commenta

Rapina in banca a Piadena
Individuati gli autori del
colpo, arresti dei carabinieri

Sono Sandro Calderoni, 61 anni, di Suzzara, e Vittorio Chiodi, 67 anni, di Mantova, le due persone arrestate dai carabinieri del nucleo investigativo di Cremona per la rapina messa a segno a Piadena lo scorso 21 agosto ai danni della filiale della Banca Intesa San Paolo di via Libertà. I due, per gli inquirenti, sarebbero gli autori materiali del colpo. Attualmente sono rinchiusi nel carcere di Mantova. Un terzo presunto complice, Maurizio Bertani, sarebbe stato il ‘palo’: avrebbe infatti atteso all’esterno della banca a bordo di una Lancia Libra rubata qualche giorno prima a San Giovanni in Croce (per questo motivo i tre uomini dovranno anche rispondere anche di ricettazione). Bertani era già in carcere. Il giorno della rapina erano al lavoro il direttore della filiale e due impiegate, ed erano presenti anche alcuni clienti. Era tarda mattinata: due malviventi avevano fatto irruzione nella banca e minacciato la cassiera con un taglierino. Dopo essersi fatti consegnare il denaro in cassa, circa 550 euro, erano fuggiti in auto. A Suzzara in casa di Calderoni i carabinieri hanno trovato occhiali da sole compatibili con quelli registrati dalle immagini delle telecamere della banca. A Mantova, nella casa di Vittorio Chiodi, gli inquirenti hanno rinvenuto in un armadio le parrucche, una camicia rosa, una bandana gialla e guanti di lattice indossati durante la rapina.

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti