Commenta

Prima vittoria in campionato
per la Pomì a Bergamo,
3-1 contro la Foppa

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – VBC POMI’ CASALMAGGIORE: 1-3 (12-25 / 19-25 / 25-21 / 23-25 )

Foppapedretti: Strunjak 6, Malagurski 14, Battista, Cardullo (L), Marcon 7, Paggi 8, Boldini 2, Acosta 17. Non entrate: Imperiali, Bettoni, Malinov, Molinari. All. Micoli-Turino

VBC Pomì: Martinez 24, Cyr, Napodano, Sirressi (L), Guiggi 4, Zeng, Pavan 13, Starcevic, Guerra 12 , Zago 2, Stevanovic 14, Rondon 4. Non entrate: Lo Bianco, Zambelli. All. Abbondanza-Lucchi.

BERGAMO. Arriva la prima vittoria in campionato per la VBC Pomì Casalmaggiore nella terza giornata della Samsung Galaxy Volley Cup Serie A1 Femminile al PalaNorda di Bergamo contro la Foppapedretti davanti a 1057 spettatori. La gara, che ha visto anche spegnersi le luci del palazzetto durante la partita, è iniziata con un minuto di silenzio per ricordare Ivan Ciattini storico dirigente Federale.

Primo set. Il primo punto della gara è il primo punto in maglia rosa della dominicana Brayelin Martinez. E’ un’altra Pomì rispetto alle partite precedenti, giocate veloci e scambi pesanti. Autentica staffilata di Guerra che costringe Marcon a mandare il pallone in curva: 6-3 Pomì. Bella fast di Capitan Stevanovic che mette a terra il pallone del 7-4. Casalmaggiore alza il muro: prima Stevanovic stoppa un attacco di Acosta poi Martinez ferma Malagurski, siamo 10-5 Pomì. Malagurski accorcia le distanze ma Strunjak manda furi l’attacco successivo: 15-7 Pomì. Martinez è arrivata e si fa sentire, Acosta tenta l’attacco ma il muro della dominicana è troppo alto, siamo 16-8 Pomì. Il muro rosa oggi sembra insormontabile e così capitan Stevanovic mette a terra il 19-9. Muro di Stevanovic, diagonale di Pavan, siamo 24-12 Pomì. E’ capitan Stevanovic a chiudere il set 25-12. Top Scorer: Marcon 3, Martinez e Stevanovic 6. 5 muri per la Pomì.

Secondo set. La seconda frazione inizia con un ace di Anastasia Guerra, il primo della gara, ma è Malagurski a rimettere tutto subito in parità. Il 3-1 Pomì è frutto di uno strepitoso salvataggio di Martinez, che “imita” quelli compiuti da Sirressi nel primo set, e nello sviluppo dell’azione Guiggi alza la saracinesca e blocca Paggi. Su una diagonale di Martinez fischiata in campo dall’arbitro, coach Micoli chiama il primo videocheck della gara e la scelta dell’allenatore bergamasco accorcia le distanze, il seguente attacco orobico riporta tutto in parità ma Guerra preme l’acceleratore: 6-5 Pomì. Bergamo prova a rimanere attaccata alla gara e un muro di Strunjak manda alla battuta Acosta sul 7-7, ma è Pavan con un pallonetto a riportare le rosa a +1. Guerra sigla il secondo ace personale, così, sul 10-7 Pomì, coach Micoli preferisce chiamare il time out. Il braccio di Pavan è pesante e, con una diagonale, porta la Pomì a +4: 12-8 Pomì. Anche la seconda chiamata al videocheck di coach Micoli è giusta e accorcia le distanze, portate a -1 poi dal successivo attacco di Malagurski: 13-12 Pomì e coach Abbondanza preferisce chiamare time out. Bella prima intenzione di Rondon che fa 15-13, ma Strunjak nell’azione successiva accorcia e Acosta pareggia: 15-15. Due staffilate di Guerra piegano i polsi alla difesa bergamasca, siamo 18-16 Pomì. Casalmaggiore continua a spingere, pallonetto di Martinez 23-18, Giulia Rondon fa 24, Martinez chiude il set 25-19. Top Scorer: Strunjak, Malagurski e Acosta 3, Martinez 8.

Terzo set. E’ ancora Martinez ad aprire la frazione di gioco con una diagonale. Bergamo però non molla e per la prima volta nella gara passa in vantaggio con un muro di Paggi: 5-4 Foppa. Ma un successivo errore in battuta ristabilisce la parità. E’ un bel set, lottato punto a punto, coach Abbondanza interpella videocheck ma purtroppo la chiamata è sfortunata: 9-9. Bergamo è sempre lì, anche grazie ad alcuni errori della Pomì, così coach Abbondanza preferisce inserire Cyr per Rondon. Strunjak mette a terra un altro attacco così il coach di Casalmaggiore sceglie di chiamare time out: 15-10 Bergamo. Lunghissimo scambio quello che regala l’11-15 alla Pomì per un’invasione del muro bergamasco. Coach Abbondanza decide di far rientrare Rondon, Pavan sigla il primo ace personale della gara accorciando le distanze: 13-17. Entra Starcevic per Martinez sul 13-19. Rondon mette a terra il pallone del 15-20 con una prima intenzione e un successivo errore dell’attacco bergamasco riduce le distanze: 20-16 Foppa. La Pomì cerca di rimanere attaccata al set e un bel muro di Pavan costringe coach Micoli a chiamare time out: 23-18 Bergamo. Bella diagonale di Pavan su palleggio di Stevanovic 21-24 ma un errore nella battuta successiva regala la vittoria della frazione a Bergamo 25-21. Top Scorer: Acosta 9, Martinez e Pavan 4.

Quarto set. Inizio di frazione subito lottata punto a punto, sul 3-2 Foppa coach Abbondanza preferisce far entrare Zago per Pavan. Boldini tenta un salvataggio estremo su attacco di Guiggi, ma è la pisana a spuntarla: 5-5. Guerra alza il muro e stoppa Malagurski, siamo 7-6 Pomì. Primo punto di Valentina Zago che manda la Pomì a +2 (8-6) e coach Micoli chiama time out. Sul 9-6 Pomì si spengono le luci del PalaNorda. Si ricomincia dopo una decina di minuti di interruzione ed è Anastasia Guerra a mettere a terra il pallone: 10-6. Martinez chiude una diagonale e fa 14-11 Pomì. Arriva anche il lungolinea di Zago che sigla il 17-15. Guerra piega le mani del muro bergamasco e fa 19-16, seguita da una diagonale di Martinez: siamo 20-16 Pomì e coach Micoli chiama time out. Acosta stoppa un attacco di Zago e così coach Abbondanza preferisce chiamare il time out: 20-18 Pomì. Perentoria fast di Guiggi sulla quale l’allenatore bergamasco interpella il videocheck: confermata la decisione dell’arbitro, 23-20 Pomì, entra Zeng in battuta per Martinez. E’ un finale di set infuocato: Malagurski accorcia le distanze, siamo 23-22 Pomì. Un errore di Pavan rimette tutto in parità 23-23 e coach Abbondanza chiama time out. Sono due muri a chiudere la gara, uno di Guerra che fa 24-23 e poi quello definitivo di Stevanovic. 25-23 e la gara termina 3-1 per la Pomì!

“Sono molto contenta per la vittoria – dice Imma Sirressi – perchè stiamo davvero lavorando tanto e bene in palestra però dobbiamo cercare di rimanere più concentrate per evitare i cali, come per esempio quello del terzo set, ed evitare così di rischiare di perdere punti.”

“C’è ancora tanto da sistemare – dice coach Marcello Abbondanza – ma sono molto contento per la vittoria. Dobbiamo lavorare ancora tanto soprattutto sulla battuta e sui momenti di calo che non devono diventare fisiologici. Ho scelto di mettere fin da subito Martinez e Guerra per spostare il nostro attacco sulla palla alta per sopperire ad una ricezione non ancora ottimale”.

“E’ un peccato – dice Daniele Turino allenatore in seconda della Foppapedretti – perchè abbiamo sprecato un paio di palloni davvero interessanti in questo quarto set, ma più di così non potevamo fare nella situazione attuale.”

© Riproduzione riservata
Commenti