Ultim'ora
Commenta

Accolto l'invito del Papa
Nell'ex casa parrocchiale di
Cristo Re ospitati tre migranti

La parrocchia di Cristo Re mette in pratica l’invito di papa Francesco per l’accoglienza diffusa e ospita tre migranti africani, due ventenni e un 22enne provenienti da Senegal, Costa d’Avorio e Camerun. Il parroco don Enrico Trevisi, ha messo loro a disposizione l’ex casa parrocchiale, all’ingresso dell’oratorio, da poco risistemata e adattata grazie al sostegno di Diocesi e Caritas. “Un ambiente – scrive il parroco sul sito parrocchiale – che diventa provocazione ad accogliere e a relazionarsi con chi storie travagliate e necessita di un aiuto per ripartire”. Due dei tre ragazzi sono già in possesso del riconoscimento di status di rifugiati, un altro è richiedente asilo; stanno frequentando corsi di formazione professionale e stanno cercando di rifarsi una vita intrecciandosi relazioni, studiando per la patente, imparando la lingua e partecipando alle attività dell’oratorio, come nel gruppo scout o in quello di teatro.

“Nella nostra comunità – conclude don Trevisi –  c’è chi sta aiutando a comprendere il linguaggio criptico dei quiz per la patente e chi ha iniziato un approccio di amicizia e relazione. Chi ha aiutato ad allestire l’appartamento e gli utensili per la cucina… Ora stiamo cercando chi si presta a fare un po’ di “conversazione” in italiano per aiutarli a possedere meglio la nostra lingua. Ma non mancano altre idee… come pure si è aperti ad accogliere suggerimenti e possibilità.

© Riproduzione riservata
Commenti