3 Commenti

A21: all'origine dell'incidente
una distrazione
dell'autista del camion

E' questa con tutta probabilità dopo i primi rilievi, secondo la Polizia Stradale, la causa scatenante del tremendo tamponamento e del successivo incendio che è costato la vita a sei persone, tra cui proprio l'autista che ha provocato lo schianto. Intanto i tecnici sono al lavoro per verificare la tenuta del cavalcavia 217. Ancora senza nome 5 delle 6 vittime

Dopo il dolore e lo sgomento per la perdita di sei vite, c’è la necessità di garantire la sicurezza relativamente al cavalcavia 217 messo a dura prova dall’incendio generatosi ieri pomeriggio in A21 a causa del micidiale tamponamento tra un’auto e due mezzi pesanti, di cui un’autocisterna contenente benzina che è esplosa. Sul manufatto che scorre sopra l’autostrada sono in corso sopralluoghi tecnici al fine di verificarne la tenuta.

Intanto secondo i primi accertamenti compiuti dalla Polizia Stradale all’origine del tremendo schianto ci sarebbe una distrazione dell’autista del camion, poi morto, che non riuscendo a rallentare in tempo, ha causato il tamponamento. Se l’uomo è già stato identificato, è italiano ma originario della Macedonia e residente in Piemonte, la Polizia è ancora al lavoro per dare un nome ai cinque occupanti della Kia Sportage morti carbonizzati nell’abitacolo (i loro corpi sono stati portati all’obitorio degli Spedali Civili di Brescia).

L’auto è francese e grazie al numero del telaio gli Agenti sono riusciti a risalire al nome del proprietario. Si lavora ora per capire se lo stesso era effettivamente a bordo del veicolo. Si ipotizza che le cinque persone nel mezzo, tre adulti e due bambini, fossero una famiglia in vacanza nel nostro paese. Si risalirà alla loro identità grazie al Dna e ai prelievi effettuati dai biologi messi a disposizione dalla Polizia Scientifica di Milano.

Il magistrato di turno, il sostituto procuratore Roberta Panico, ha aperto un’inchiesta per far luce con esattezza su quanto accaduto e ha disposto l’autopsia sui corpi delle vittime, anche del camionista. Per quel che riguarda la viabilità sull’A21, la carreggiata in direzione sud, verso Cremona, è stata riaperta, mentre continua ad essere chiusa in direzione Nord, tra i caselli di Manerbio e Brescia Sud proprio per le verifiche tecniche in corso.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Stante59

    Ogni giorno per le strade centinaia di potenziali assassini guidano con telefoni in mano, ubriachi o fatti, o da spericolati che credono di essere dei piloti di F1 attaccati ad un cm alle altre macchine con sorpassi che gli fanno guadagnare 1 secondo ad esagerare…
    L’imbecillità umana non ha confini e causa queste tragedie.

    • Mirko

      Succede perché non ci sono controlli e se ci sono le multe e le pene sono ridole

      • Simone Manfredini

        Succede perché la maggior parte delle persone è priva di senso civico: se abbiamo bisogno delle multe per imparare é perché, da soli, non siamo in grado di comportarci con correttezza. È una questione culturali, non nella scarsità dei controlli.