Commenta

Don Mazzolari, il prete
scomodo: le lettere ai
vescovi in Sala Consulta

Inaugurato nel pomeriggio in sala della Consulta, davanti ad un pubblico di 120 persone, l’anno della cultura 2018 imperniato sul Novecento. Presentato il libro ‘Un’obbedienza in piedi’, la prima raccolta di lettere, alcune inedite, che Mazzolari inviò ai tre vescovi che accompagnarono il suo non facile cammino in diocesi negli anni che vanno dal 1912 al 1959, l’anno della morte, e quindi mons. Bonomelli (un’unica lettera), Cazzani e Bolognini. 300 pagine curate da don Bruno Bignami e Diletta Pasetti per Edb (Edizioni Dehoniane Bologna), illustrate dai curatori  introdotti dal Sindaco Gianluca Galimberti e commentate dal Vescovo Napolioni.  Roberta Benzoni ha letto alcune alcune delle lettere, dando voce ad un animo tormentato, in cerca di una comprensione da parte delle alte sfere ecclesiastiche che non arrivò mai (di questo tono gli scambi epistolari con mons.Cazzani) ma al tempo stesso convinto che solo cambiando l’approccio della Chiesa verso la gente, soprattutto la povera gente, il messaggio cristiano avrebbe toccato le coscienze, in un’epoca storica in cui in Italia si profilava il possibile avvento del comunismo.

“Voi – scrive Mazzolari in un passaggio di una lettera a Cazzani –  vi spaventate davanti alle timide tracce di quella rivoluzione cristiana che sola può fermare e vincere quella comunista. Mentre i cardinali sono incarcerati come delinquenti comuni voi vi preoccupate dell’anello del cardinale di Milano quasi fosse un elemento liturgico, mentre è un particolare del tardo cerimoniale”. “Eccellenza, per poter riprendere fiducia in noi il popolo ha bisogno di vederci distaccati, fino all’eroismo … Con o senza il comunismo, il mondo moderno ci chiede qualche cosa che va ben oltre le difese del cerimoniale e le piccole concessioni di tono paternalistico…”.

Una figura di grande attualità e non è un caso se papa Francesco ha scelto Bozzolo, dove don Primo è sepolto, come meta del suo primo e finora unico viaggio nella diocesi di Cremona. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti