Commenta

Elezioni, per Fratelli
d'Italia sempre
'prima gli italiani'

Lettera scritta da Olimpia Cabrini - 
Candidata alla Camera per FdI

L’elemento positivo di questa campagna elettorale è che permette di evidenziare con quale e quanta determinazione Fratelli d’Italia intende portare avanti sino a realizzarle tutte le iniziative scaturite naturalmente dai forti e saldi principi che sempre ci guidano.
 Il principio fondante è “prima gli italiani” in tutti gli ambiti, nessuno escluso.

Quello che maggiormente conosco, che mi è più familiare, è il mondo agricolo ed è qui che rivolgerò la mia attenzione e metterò tutto il mio impegno.
 Fratelli d’Italia intende sostenere alcune proposte in modo chiaro e determinato ritenendole di primaria importanza nel comparto agroalimentare che per l’Italia rappresenta il 2% del Pil nazionale e nel suo complesso il 17% dell’occupazione.

Primo punto Rideterminare il rapporto fra Italia e Ue! Per fratelli d’Italia non ci può essere nessuna sudditanza ma parità nel dialogo e fermezza nella lotta affinché il budget per la prossima programmazione Pac non venga decurtato penalizzando così gli agricoltori per scelte puramente politiche a noi estranee come la Brexit. Essere parte dell’UE Deve rappresentare un plusvalore, un potenziale per il nostro paese e per le nostre aziende, stipulando accordi commerciali solo se favorevoli a sostenere e difendere il vero made in Italy.
 Secondo punto sarà impegnarsi per ottenere un prolungamento della legge sull’etichettatura del latte che è stata tanto pubblicizzata ma che purtroppo è nata già con una data di scadenza precisa.

Per Fratelli d’Italia il comparto agricolo non necessita di continue riforme palliative ma di vere riforme strutturali e definitive di sostegno e di aiuto per un equa ripartizione del valore aggiunto tra tutti gli operatori della filiera.
 Per Fratelli d’Italia è altrettanto necessaria e assolutamente improrogabile una seria opera di semplificazione amministrativa, richiesta da anni da più parti ma mai seriamente ricercata e attuata.

Il tempo, le energie e il denaro spesi dagli imprenditori agricoli per pratiche e domande burocratiche ha raggiunto livelli inaccettabili così che la semplificazione dovrà necessariamente passare attraverso progetti e investimenti in nuove e moderne tecnologie. Il miglioramento dei Sistemi informatici semplificati e così resi utilizzabili dagli stessi operatori e l’elaborazione di nuove tecnologie che favoriscano il singolo imprenditore, sono progetti per noi fattibili da subito.
 Per quanto riguarda l’ambito fiscale riteniamo sia fondamentale non adottare continue misure provvisorie e temporanee con un unico intento: quello elettorale. Per fratelli Italia le riforme dovranno essere stabili e definitive, riforme sulle quali gli imprenditori possono contare per progetti a lunga scadenza.

La concertazione e un costruttivo dialogo con tutte le categorie sarà alla base della nostra attività politica perché per fratelli d’Italia questo è il giusto modo per fare buone e giuste leggi.
 Spero di aver risposto al meglio a quelli che sono alcuni punti programmatici di Fratelli d’Italia, il mio partito. Confido in una considerazione attenta e indipendente di chi mi legge e spero di stimolare così una sana curiosità a saperne di più perché sono le idee che fanno grande un partito.

© Riproduzione riservata
Commenti