Commenta

Caccia alla gang degli assegni
rubati: azienda cremonese nel
mirino della banda. Un arresto

Ammontava a più di 40 mila euro l’importo dell’assegno che un autotrasportatore di Gela stava per consegnare al titolare di un’azienda di alimentari della provincia di Cremona. Quell’assegno, però, come riporta il ‘Quotidiano di Gela’, era falso, emesso da un istituto di credito chiuso da oltre due anni. In  manette da parte dei carabinieri è finito un 53enne gelese, ora ai domiciliari. Nella sua abitazione, in provincia di Bologna, i militari hanno sequestrato decine di assegni falsi o rubati, per decine di migliaia di euro. Gli investigatori cremonesi stanno svolgendo accertamenti e non escludono che dietro ci possa essere una vera e propria organizzazione criminale. Con quell’assegno da 43 mila euro l’arrestato avrebbe dovuto pagare un carico di merce che il titolare dell’azienda cremonese gli stava per cedere.

© Riproduzione riservata
Commenti