3 Commenti

Vicenda Lgh-A2a, durissima
reazione dell'opposizione:
verso commissione Vigilanza

Dopo la doccia fredda della delibera con cui l’Anac ha bocciato le modalità di fusione tra Lgh e A2A, durissime sono le reazioni dell’opposizione in consiglio comunale di Cremona, che fin dall’inizio aveva levato le barricate contro la mancanza di una gara pubblica.

“Ci siamo sempre opposti fermamente alla modalità di quella fusione, per gli stessi motivi per cui oggi l’Anac l’ha dichiarata illegittima” commenta Federico Fasani, consigliere comunale di Ncd. “Dal punto di vista politico le responsabilità sono chiarissime e ovviamente ascrivibili a questa maggioranza. Ora bisognerà capire di chi sono le responsabilità dal punto di vista tecnico e operativo, che verranno giudicate dalla Corte dei Conti, a cui è stato trasmesso il documento Anac”.

“Quello che più mi infastidisce è che malgrado la minoranza abbia detto più volte che questa operazione non era da fare, l’amministrazione comunale abbia avallato comunque qualcosa che alla fine danneggia i cittadini, senza assicurarsi di avere la migliore offerta possibile per Cremona. intanto che il sindaco si vantava di questa partneship, ha portato avanti un’operazione illegittima, svendendo le proprietà della città di Cremona”.

Naturalmente non mancheranno le reazioni da parte della minoranza: “A breve valuteremo se indire una commissione di Vigilanza su questa vicenda, per chiarire quali saranno i prossimi passaggi. Anche perché la Ccorte dei Conti farà un procedimento per la valutazione del danno”.

Fasani non manca di levarsi qualche sassolino dalla scarpa rispetto alle azioni della Giunta di Cremona. “Ci dicevano che con Cremona City hub avevamo fatto un’operazione scellerata. Ora invece si fanno fotografare mentre portano avanti i lavori che avevamo progettato noi all’ex Macello, affermando che quelle operazioni porteranno soldi nelle casse comunali. Per invidia hanno distrutto tutto quello che hanno potuto, ma ora monetizzano su quelli che erano nostri progetti. In tutto questo emerge l’assoluta incapacità nel fare le cose”.

Per Fasani, la Giunta va bocciata “anche sulla trasparenza: una caratteristica di cui si sono sempre vantati, mentre di fatto non dicono nulla di quanto. Come per la vicenda della consulenza Albion, di cui la Giunta non ha più fatto sapere l’epilogo. Continuano a lavorare in modo nascosto. Ogni volta che si chiede un documento ci mettono mesi a fartelo avere. Del resto l’anticorruzione si è espressa contro questa amministrazione e questa la dice lunga sulla trasparenza”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni di Maria Vittoria Ceraso, consigliera comunale di Obiettivo Cremona, gruppo che in Consiglio Comunale aveva votato contro l’operazione “proprio perché non convinti della legittimità della stessa, a causa dell’assenza di un bando pubblico” evidenzia. “Oggi quello che era il principale vanto dell’Amministrazione Galimberti, il risanamento di Aem, potrebbe diventare motivo di una condanna da parte della Corte dei Conti, a cui è stato inviato il responso Anac. E forse non solo a carico del consiglio di amministrazione di Aem (il rappresentante della minoranza Sanfelici votò contro) ma anche  a carico dei componenti del consiglio comunale che si sono espressi favorevolmente e il cui coinvolgimento è stato fortemente voluto dal Sindaco. Mi auguro che la decione Anac non rimanga senza conseguenze, perché questo toglierebbe autorevolezza alla suddetta autorità e a tutto il lavoro che viene richiesto alle pubbliche amministrazioni sul tema”.

Per il segretario della Lega Nord Pietro Burgazzi “questa è l’ennesima figuraccia”, afferma riferendosi alla decisione della giunta Galimberti. “Quando non si conoscono certe strategie bisogna stare attenti a quello che si fa. Io non voglio condannare, ma questi sono errori che mostrano una grande superficialità e adesso il sindaco ne paga gli errori”.
“Avevo letto che Aem quest’anno arrivava al pareggio di bilancio – aggiunge Burgazzi –  adesso capisco come hanno fatto, hanno svenduto tutto”.

Laura Bosio

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Gianluca

    Nulla di nuovo sotto il sole. Fare sempre di testa propria senza ascoltare nessuno. Alla fine si sbatte la testa contro il muro. Spero che eventuali conseguenze economiche siamo solo a carico dei coinvolti e non agli utenti (magari con qualche sotterfugio),

    • Sorcio Verde

      Spero che il muro contro cui sono andati a sbattete abbia lo spigolo, e che si siano fatti molto male, l’arroganza non ammette alcuna pietà.

  • Ronni

    Presuntuosi e inetti !!!!