Commenta

Nuova Abibes nelle mire della
Boston Carriers: il trasporto di
gas sul fiume torna appetibile

Torna ad essere appetibile il mercato del trasporto di gas sul fiume. Sulla Nuova Abibes, l’azienda di stoccaccio e trasporto di Gpl che ha il suo terminal a Cremona, in via Riglio, ha infatti puntato gli occhi la Boston Carriers, una compagnia di spedizioni internazionale che fornisce soluzioni per il trasporto su acqua. Secondo quando riportato da Staffetta Online, la Boston Carriers nelle ultime ore avrebbe stipulato un accordo di esclusiva che prevede sei mesi di tempo per l’acquisizione della Nuova Abibes, con tutte le sue attività e passività.

Lo scorso dicembre era stata nuova abibes che tramite il fondo di investimento di diritto ceco ms distribution aveva a sua volta acquisito la Abibes di Adriano Binda Beschi, dopo il fallimento e la liquidazione. Ma nel pomeriggio è arrivata la smentita dai diretti interessati: “la società Nuova Abibes non è stata ceduta ed è ancora sotto il controllo della società MS Distribution”. A scriverlo il general manager della società, Federico Careri. “Non c’è intenzione di cedere le quote e non è stato siglato nessun accordo di esclusiva di cessione di quote parziale o totale né con Boston Carriers né con altre società. L’investimento di MS Distribution è di lunga durata e volto a costruire una presenza stabile nel mercato del GPL in Italia”.

Il deposito di Cremona ha una capacità di 20 mila metri cubi, può ospitare fino a 40 ferrocisterne ed è dotato di darsena dedicata per l’ormeggio e lo scarico di gasiere fluviali provenienti dal mare adriatico via fiume Po. Quanto accaduto attorno alla Nuova Abibes, che nel passaggio del maggio 2017 aveva un prezzo base di vendita di 4milioni e cento mila euro, conferma il crescente interesse verso il settore, che negli ultimi tempi sembrava invece destinato alla crisi.

© Riproduzione riservata
Commenti