2 Commenti

Vola l'export agroalimentare
verso il Marocco: 412% di
crescita nel cremonese

L’agroalimentare cremonese spopola in Marocco: nei primi tre mesi del 2018 l’export verso Casablanca vede un vero e proprio record per il nostro territorio, con una crescita del 412%, per un importo complessivo di 278.846 euro. Si tratta soprattutto del commercio di prodotti legati alla lavorazione di granaglie. Questo a fronte di un calo complessivo dell’export cremonese verso quel Paese (-34%).

Boom anche per le importazioni, cresciute del 431,4%: dai 45.904 del primo trimestre 2017 ai 1.267.141 dello stesso periodo del 2018. Anche il boom delle importazioni, peraltro, riguarda in particolar modo il settore alimentare.

I dati emergono dall’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Istat relativi al 2018 e 2017. A livello regionale, in Lombardia l’export verso il Marocco ha superato i 102 milioni di euro, su 477 a livello nazionale pari al 21%.

La Lombardia ha esportato soprattutto macchinari (19 milioni) e moda (15 milioni) ma anche circa 4 milioni di euro in prodotti agroalimentari, in crescita del 47% tra 2017 e 2018. L’export agroalimentare lombardo proviene soprattutto da Milano (1,8 milioni di euro, +160%) ma in un anno crescono soprattutto Cremona (+412%) e Monza Brianza (+250%). I prodotti da forno le merci più esportate (1,5 milioni).

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    Mandiamo la i clandestini

  • L’algerino

    Mancia sono arrivato 😃😃😃😃