2 Commenti

Cremona sempre più green
In arrivo dieci colonnine
per le auto elettriche

Proseguono le iniziative di concreta realizzazione del polo di attività smart&green che A2A ed LGH hanno immaginato per la città Cremona. A2A, attraverso la società controllata A2A Energy Solutions, LGH e il Comune di Cremona hanno infatti sottoscritto l’altro ieri, lunedì 23 luglio, presso il Palazzo Comunale un protocollo d’intesa per la realizzazione e la gestione in città di una rete di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.  L’accordo, della durata di 8 anni, prevede l’installazione e la gestione di 10 colonnine di ricarica. Tutte le infrastrutture permetteranno la ricarica in contemporanea di 2 veicoli elettrici, assicurando un sistema improntato alla semplicità di utilizzo che possa garantire un facile accesso al servizio e un supporto continuo agli utilizzatori, con gestione da remoto di ogni stazione di ricarica.

L’introduzione delle colonnine per la ricarica di veicoli elettrici nella città di Cremona è parte significativa non solo degli importanti investimenti che A2A ha pianificato per i prossimi mesi per proseguire con lo sviluppo e l’espansione della rete di mobilità sostenibile, ma anche del rilevante impegno che con LGH si è messo in campo per connotare sempre più Cremona con iniziative dell’ambito smart&green.

Un ulteriore passo in avanti per il raggiungimento degli obiettivi che il Gruppo si è posto all’interno del proprio Piano di Sostenibilità, con il fine di aiutare le comunità in cui opera ad essere protagoniste di una nuova economia circolare, low carbon, basata su reti e servizi smart.
Ad ulteriore conferma dell’importanza che il progetto ha assunto, Linea Più – società di vendita energia di LGH – ha previsto un vero e proprio “pacchetto” dedicato a questa rilevante iniziativa, col fine di incentivare la mobilità elettrica in città. L’offerta consente di accedere ad una ampia rete di servizi gestiti e sviluppati da A2A e dai suoi partner (i dettagli su emoving.linea-piu.it ).

“Un’altra importante infrastruttura per Cremona frutto della partnership tra Lgh e A2A che, anche in questa iniziativa, si rivela un’opportunità per lo sviluppo e la crescita della città. Un’altra bella e concretissima azione a favore della mobilità sostenibile. Pedonalizzazione, ciclabili e ora la valorizzazione della mobilità elettrica per un ambiente sempre più sano, sempre più green”, ha sottolineato il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti.

Massimiliano Masi, Amministratore Delegato di LGH ha infine commentato: “Cremona è veramente al centro di una ‘rivoluzione smart & green’, come l’abbiamo definita in occasione della recente Tecnight 2018. La mobilità elettrica è il nuovo tassello di una collaborazione sempre più propositiva con A2A, con la volontà di arricchire i servizi per la comunità locale. Allo stesso modo Linea Più propone – in un’ottica di facilità d’uso – soluzioni concrete per incentivare la mobilità green in città”.

Dal 2010, con il progetto E-moving, A2A ha sviluppato una rete di oltre 100 colonnine di ricarica elettrica per veicoli a 2, 3 e 4 ruote, tutte alimentate con energia rinnovabile al 100%. Grazie alla recente sottoscrizione di un protocollo di intesa, anche la città di Bergamo è entrata a far parte del circuito di ricarica pubblica che comprende infrastrutture localizzate a Milano, Brescia e in Valtellina. Lo sviluppo della rete, attraverso l’implementazione di infrastrutture di ricarica che adottano tecnologie innovative, è reso possibile anche grazie all’esperienza e alle sperimentazioni in corso a Milano in via Ponte Nuovo, dove A2A ha realizzato il più grande E-Hub in Italia per la ricarica dei veicoli elettrici della propria flotta: un’area green per contribuire, da protagonista, alla crescita di una mobilità più smart, più innovativa e più sostenibile. Il know-how ha permesso, inoltre, l’implementazione di modelli di business e offerte al servizio delle Pubbliche Amministrazioni, dei cittadini, delle flotte aziendali e dei car-sharing.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • brontolo

    Bene…adesso mancano solo le macchine elettriche…

  • Mario Rossi SV

    Più colonnine che auto…utile.