Commenta

Al regista Marco Tullio
Giordana il premio
'Torrone d'oro'

Milanese di nascita, romano per lavoro ma cremasco per scelta. Quest’anno il riconoscimento più prestigioso della festa del Torrone, il Torrone d’oro, andrà al regista e sceneggiatore Marco Tullio Giordana. Il premio sarà consegnato come da tradizione sotto al Torrazzo durante la manifestazione a fine novembre, prima con la cerimonia ufficiale in Comune e poi con il bagno di folla in piazza. Il regista vincitore di 4 David di Donatello lega il suo nome a lavori importanti come i Cento passi, film denuncia sulla vita e la morte di Peppino Impastato, La meglio gioventù, film per la tv che racconta la storia italiana dagli anni ’60 a oggi, Romanzo di una strage, dedicato alla strage di piazza Fontana fino all’ultimo film, Nome di donna, sulle molestie sessuali, girato proprio nel cremasco, a testimonianza dell’affetto che lega Giordana al nostro territorio. Proprio in occasione della presentazione del film a marzo il regista aveva espresso il desiderio che Crema potesse diventare la nuova capitale del cinema, sull’onda anche dell’entusiasmo del film Chiamami con il tuo nome di Luca Guadagnino. Il Torrone d’oro, premio che quest’anno festeggia i 10 anni dalla sua istituzione, viene assegnato e valorizza le qualità e il ruolo di chi esprime il carattere del territorio cremonese nella propria attività artistica, professionale e umana.

© Riproduzione riservata
Commenti