Commenta

Microfiabe da tutta Italia
e non solo: il primo premio
al cremasco Pellegrini

Grande folla al Museo Cambonino, lunedì 24 settembre, nella “magica ‘Notte di San Pacifico’”, per la premiazione del Torneo Mondiale di Microfiabe. Letizia Sperzaga e Roberto Cascio hanno letto alcune delle numerose composizioni che hanno partecipato al VII Torneo Mondiale di Microfiabe, gara nata da una idea di Giordano Costi e Giovanni Benelli, che vede concorrere nella stessa ed unica categoria autori di tutte le età con componimenti che non superino le 111 parole.

Una giuria misteriosa ha esaminato i numerosi componimenti pervenuti (uno anche dall’Inghilterra) ed ha segnalato i nomi dei vincitori che, come da regolamento, vanno considerati non tanto i migliori autori, bensì gli eletti rappresentanti di tutti coloro che hanno partecipato al Torneo. Il primo premio è stato assegnato alla microfiaba ‘Il re scontento’ del cremasco Sergio Pellegrini, il secondo premio è andato a Gatta Cikova di Cingia de Botti con la micorfiaba ‘C’è modo e modo’, il terzo premio, a pari merito, è stato assegnato a Paola Tacchini di Cremona con ‘Come un concerto…’ e a Massimo Spagnuolo di Terre Roveresche (Pesaro Urbino) con la ‘Itala’.

A loro sono andati i più sinceri complimenti da parte di Luca Burgazzi, presidente della Commissione cultura, oltre che “l’oneroso compito di essere nominati Ambasciatori del bando del VIII Torneo”. La serata è stata allietata dalle musiche di Marco e Laura Pettorelli, Raffaele Nobile e Gigi Coletti. Hanno dato dato il loro supporto per la riuscita dell’evento Sperlari, la sede cremonese di Enaip Lombardia e Acliturismo.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti