Commenta

Maristella, firme contro la
viabilità. Manfredini: "Stupita,
c'è stato incontro proficuo"

Polemiche e rabbia al quartiere Maristella, dove i residenti hanno raccolto e depositato 70 firme per chiedere all’amministrazione comunale di non attuare il senso unico in via Falcone e Borsellino, nell’ambito di una riorganizzazione viabilistica della zona in vista del nuovo insediamento residenziale. Secondo i residenti, come si legge nel documento, un provvedimento di questo tipo “aumenterebbe le criticità sul traffico: il traffico sarebbe direzionato solo in un senso aumentando così il passaggio solo da una parte del ring creando disagi e pericoli”.

Secondo i residenti, ci sarebbe anche un problema di sicurezza: “Con la percorrenza “antioraria”, da nord a sud, ci si trova davanti a due rettilinei dove le auto possono andare tranquillamente a velocita elevate”. Inoltre il disagio della popolazione dipende anche dal fatto che “dopo ben quasi 10 anni in cui questa zona è riuscita a trovare una certa tranquillità viabilistica, ora si vuole stravolgere tutto”. Infine, si rimprovera al Comune una “carenza di informazioni” sul tema. “Per risolvere il problema del nuovo insediamento e nello stesso tempo della nuova viabilità, si dirotta tutto il traffico attuale e futuro, in un solo senso di marcia” si legge ancora nel documento. In questo modo “Si andrebbe a intasare un’unica arteria, provocando disagi, maggiore smog, maggiore traffico che potrebbe essere distribuito in modo più consono”. Ma le lamentele dei residenti non si esauriscono così: si continua a protestatre anche per la scarsa manutenzione della pista ciclabile, ai cui lati l’erbaccia cresce selvaggia, ma anche per la situazione del sottopasso, dove sono state fatte asfaltature che secondo i residenti lasciano un salto pericoloso per i ciclisti.

Un attacco che Alessia Manfredini, assessore all’Ambiente e alla Mobilità, respinge con forza. A qualche ora di distanza dall’incontro con il direttivo Maristella, ieri, lunedì 1 ottobre, l’Ing. Pagliarini, il Geom. Granata e l’assessore hanno infatti incontrato il direttivo del comitato di quartiere. Un incontro deciso da qualche settimana con il Presidente Ricci con il quale, sottlinea Manfredini, “c’è una collaborazione costante su tanti temi”. Una Manfredini che si dice pertanto “stupita”  in quanto, essendo presente all’incontro, conferma che lo stesso “è stato  proficuo e collaborativo e gli argomenti sono stati molteplici”.  Nel caso specifico della nuova proposta di viabilità  da parte dei tecnici, l’assessore sottolinea come siano “state portate tutte le motivazioni che hanno portato all’approvazione da parte della giunta della delibera dello scorso 8 agosto ‘Approvazione, in linea tecnica, del progetto definitivo relativo alla Realizzazione opere di urbanizzazione comparto Via Falcone Borsellino’ a  seguito della volontà di alienare i lotti edificabili”. Si rende pertanto “necessario provvedere alla modifica dell’assetto viabilistico e quindi alle di opere di urbanizzazione, in modo tale da renderle conformi con le nuove esigenze di edificazione: una tra tutti, razionalizzazione della viabilità interna, più sicurezza ingresso e uscita ingressi parcheggi e la salvaguardia e aumento  dei posti dedicati alla sosta”, conclude Manfredini.

In questo modo, secondo l’assessore, risultano maggiormente protetti e sicuri i futuri accessi carrabili (e pedonali), soprattutto nella porzione meridionale della strada e in prossimità della curva di raccordo con l’area parcheggio e la pista ciclopedonale. Proprio in merito ai passi carrabili, questi ultimi sono stati “posizionati tenendo in considerazione la posizione del lotto edificabile, la sua conformazione e dimensione e lo sviluppo geometrico della strada comunale”. Viene confermata così “la continuità della pista ciclabile esistente che non andrà ad interrompersi pur in presenza dei nuovi accessi ai lotti edificabili, ma verrà adeguata in funzione dell’abbattimento delle barriere architettoniche, così come per i marciapiedi esistenti sul lato sud di ‘via Falcone Borsellino'”. Infine, sono stati affrontati “degli altri argomenti per migliorare la viabilità e l’ambiente nel quartiere, come la richiesta  di nuovi cestini lungo la ciclabile, di mettere a dimora nuovi alberi”. Temi che “stanno a cuore dell’amministrazione e che cercheremo di posizionare nei prossimi mesi”, conclude l’Assessore

© Riproduzione riservata
Commenti