Commenta

'Pane e olio', convegno
nel salone dei Quadri tra
alimentazione e salute

Pane e olio, ovviamente di qualità, sono due alimenti che costituiscono le fondamenta della dieta mediterranea e rappresentano un connubio perfetto, capace di coniugare gusto e salute. Se ne parlerà in un convegno organizzato da Gruppo panificatori Confcommercio e Assitol (Associazione Italiana dell’Industria Olearia), mercoledì 31 ottobre (dalle 10,30 alle 12,30), nel Salone dei Quadri di Palazzo Comunale. L’incontro, nell’intento degli organizzatori, vuole essere momento di sensibilizzazione per i professionisti del settore, in particolare quelli della ristorazione, ma anche occasione di approfondimento per i consumatori, così da stimolare scelte più consapevoli.

Condividono il progetto la Amministrazione Comunale, che ha garantito collaborazione e patrocinio, ma anche la ATS Val Padana e la Asst di Crema. Sostiene questo momento formativo di educazione alimentare anche la Latteria Soresina, da sempre attenta a promuovere le eccellenze locali. Infine hanno già garantito la loro adesione gli Istituti della secondaria superiore che, nei loro percorsi didattici, sono strettamente legate ai settori della alimentazione e della produzione agroalimentare (Einaudi e Stanga, Enaip e Cr. Forma).

“Troppo spesso – conferma Andrea Badioni, presidente dei Maestri dell’Arte Bianca di Confcommercio – sia il pane che l’olio non trovano la giusta attenzione, sono considerati elementi di contorno. Invece tra questi due prodotti c’è un legame antico. L’olio è accompagnato dal pane, suo antico sodale a tavola. Insieme concorrono a una corretta alimentazione, al ristorante ma anche a casa. Con l’incontro vogliamo ribadire proprio questo messaggio”.

Accanto al gusto centrale è il tema della salute. Proprio per questo Confcommercio e Assitol hanno voluto coinvolgere anche i responsabili di Ast Val Padana e della Asst di Crema. “La valorizzazione della dieta mediterranea passa anche dalla riscoperta di prodotti come l’olio e il pane. L’extra vergine è uno dei pilastri della nostra tradizione, afferma Assitol. Le nostre aziende possono dare un contributo essenziale nella promozione di una nutrizione salutare, alleandosi con gli altri soggetti della filiera”.

Un obiettivo condiviso anche dai panificatori. “La nostra categoria – confermano Andrea Badioni e Michele Quarantani – ha dimostrato, negli ultimi anni, di saper coniugare l’artigianalità del nostro mestiere ad una maggiore attenzione alla salute, che si è espressa con il miglioramento nutrizionale del pane, oggi con un tenore ridotto di sale, e con la produzione di pani in grado di rispondere alle esigenze di benessere che arrivano dai consumatori. Un impegno che vogliamo rendere ancora più forte, chiedendo ai ristoratori di dialogare, confidando nella nostra competenza, che insieme alla loro creatività può dare grandi risultati, rafforzando la nostra cultura alimentare”.

“Tra i vettori dello sviluppo turistico – sottolinea Vittorio Principe, presidente di Confcommercio Cremona – c’è sicuramente l’agroalimentare. Come Associazione da sempre siamo impegnati a valorizzare le eccellenze della nostra tradizione e a stimolare i nostri professionisti. Serve un rinnovato impegno di tutta la filiera, proprio come avviene in questo incontro”.
“Spesso – conclude Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol – ci dimentichiamo quante siano le varietà degli oli d’oliva. In Italia possiamo contare su 500 cultivar diverse che esprimono innumerevoli profili organolettici ed un’ampia gamma di sapori, senza contare gli accostamenti possibili grazie alla maestria del blending”. A chiudere il convegno, infine, una degustazione proprio con pane e olio, oltre ai prodotti della Latteria Soresina.

© Riproduzione riservata
Commenti