9 Commenti

Amministrative 2019: che
fine ha fatto il Movimento
5 stelle a Cremona?

M5S ai tempi della campagna elettorale del 2014

I partiti tradizionali stanno attrezzandosi – chi più chi meno – per le prossime scadenze elettorali, Europee e Amministrative, con le fibrillazioni in casa Forza Italia e l’ansia di rinnovamento del Partito Democratico. La prima, la Forza Italia ‘ufficiale’ retta dal commissario Massimiliano Salini, invoca ogni giorno l’unitarietà con il resto del centrodestra a cominciare dagli amministratori che si sono alleati con Lega e Fratelli d’Italia alle provinciali, ma un riavvicinamento per ora non si vede e non ci sono intenzioni congressuali, al contrario di quanto accade nel Pd, che domenica 18 novembre terrà l’assise provinciale per l’elezione del nuovo segretario, Vittore Soldo e il rinnovo delle segreterie cittadine.

Tutto tace, invece, sul fronte del Movimento 5 Stelle. Può contare su un attivissimo consigliere regionale, Marco degli Angeli, che però è cremasco e tratta argomenti di rilevanza provinciale; e su un ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, che finora non ha inciso su nessun tema locale. Neanche su quello del trasporto ferroviario, all’ordine del giorno in senso negativo. Alle ultime elezioni politiche in città, M5S non ha avuto un exploit come nella media nazionale, attestandosi sul 20,25% (Camera uninominale, candidato Christian Di Feo, un altro cremasco), esattamente come nelle precedenti consultazioni del 2013.

Eppure il Meet Up è attivo, la conferma viene da Francesco Bordi, uno dei volti più noti degli attivisti locali, che si ritrovano tutte le settimane al mercoledì o al venerdì. E’ questo il giorno in cui presenzia anche Lucia Lanfredi, la consigliera comunale eletta nel 2014, un po’ sparita dalla scena politica locale, anche se per cause di forza maggiore e trasferitasi in altra città.  Una quindicina in media i partecipanti ai meet up, spiega Bordi, con l’obiettivo di arrivare ad una piattaforma locale e all’individuazione dei candidati, come era scritto nell’ordine del giorno dell’ultima riunione, il 31 ottobre. Altro tema è l’iscrizione all’ultima funzione della piattaforma Rousseau, ‘Open Comuni’, che consentirà, come si legge nel blog 5Stelle, di “formare direttamente online una lista di candidati per concorrere alle elezioni amministrative nel proprio Comune o nel proprio Municipio”. Il gruppo cremonese, passata la tempesta di oltre un anno fa quando i meet up erano lievitati fino a diventare tre, sembra ricompattato, ma da tempo non lo si è visto prendere posizione su nessun tema della politica cittadina, fatta eccezione per interventi personali di Bordi su questioni come il Pgt, il piano della Mobilità sostenibile, le piste ciclabili, il progetto di via Goito. A metà novembre è in programma una riunione plenaria di tutti i meet up delle aree cremasca, cremonese e casalasca. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • brontolo

    Gia finito l entusiasmo iniziale?beh…ben tornati sulla terra.é dura la realtà…

    • Mirko

      Probabilmente è presa dal lavoro e non dai riflettori, come il vostro sindaco che appare fin troppo sui giornali

      • Michele Bufano

        si vede che non consce il Sindaco!! un grande lavoratore e un grande professionista!

        • Mario Rossi SV

          Strano, lavora tanto ma risultati non si vedono…

          • Michele Bufano

            Ha ragione qualche risultato non si vede, tipo il risanamento di AEM che riporterà dopo decenni nuovi utili alle casse del comune; o la raccolta differenziata porta porta oltre il 70%. Però altri si vedono: la bonifica amianto nelle scuole, il rifacimento di tetti, palestre, nuovo campo calcio al cambonino, una nuova università in centro storico, sportello riscossioni online 24hsu 24;PIU DI DUE MILIONI E MEZZO DI EURO recuperati grazie alla lotta all’evasione, assegnazione ad ogni comitato di quartiere di una sede, introduzione dell isee per il pagamento mense scolastiche, costruzione del polo tecnologico, il nuovo campeggio, le colonie padane, sostituzione dell illuminazione pubblica con lampade a led, VINTO UN BANDO EUROPEO PER 5 milioni di euro, introduzione di easy park per pagare da cellulare, il regolamento anti slot…Queste sono solo la minima parte delle cose fatte. Non mi sembra poco. Se vuole posso continuare..

          • Mario Rossi SV

            Eh si …siamo in campagna elettorale, tutto bello, tutti bravi e noi tutti fessi che ci crediamo. Il 26 maggio sarà una debacle per il centrosinistra, saranno cancellati e nessuno si ricorderà più di loro …Addioooo!.

          • Michele Bufano

            non c’è da credere o non credere, fidarsi o non fidarsi..ho elencato alcune cose fatte che chiunque può verificare. E l elenco è molto più lungo ..progetti, lavori e azioni per la città e per i cittadini. Non c’entra la campagna elettorale erano lavori previsti da inizio mandato.

          • Mario Rossi SV

            E l’inceneritore? E i centri sociali? E la strada sud? E il terzo ponte…..silenzio assordante dei futuri perdenti….

  • Photos

    All’inizio era un gran bel movimento con persone attive, preparate e con voglia di fare. Poi dopo lo Tsunami Tour sono saliti sul carro un po’ tutti anche quelli che avevano intenzione di farlo fallire o di usarlo come trampolino per mettere il sedere su una qualche poltrona che da altre parti gli era stata negata. Così ad un passo dalle elezione il M5S si è sfasciato in 2 tronconi e grazie all’appoggio di un “ministro” che ha smaccatamente parteggiato per una delle 2 fazioni ha fatto allontanare quelli che avevano portato il MoVimento in alto decidendo della sua rovina!! Ormai Cremona è out per il movimento dove qualcuno continua a fare qualche riunione anche senza nessuna velleità di farsi conoscere dalla cittadinanza. Grillini per se stessi!!!