Un commento

Molestava dottoresse mentre
era ricoverato in ospedale
Arrestato pregiudicato VIDEO

Un 55enne già noto alla giustizia, Ronni Poli, con precedenti per truffa, droga e altri reati contro la persona, è stato nuovamente arrestato dalla Squadra Mobile, con l’accusa di atti persecutori e violenza sessuale ai danni di personale femminile dell’ospedale, dove era ricoverato da qualche tempo. L’uomo durante il periodo di ricovero si è reso autore di numerosi atteggiamenti provocatori e minacciosi nei confronti del personale medico che lo assisteva, in particolare nei confronti delle dottoresse. Baci, palpeggiamenti, a cui hanno fatto seguito anche minacce di morte, ingiurie, danneggiamenti alle strutture ospedaliere e sputi verso il personale sanitario. Ausiliari e infermieri hanno spesso dovuto barricarsi nei locali confidando che l’uomo si calmasse, mentre i medici a causa della necessità di contenere l’individuo, si trovavano costretti ad interrompere il proprio fondamentale servizio nei confronti della comunità.

Gli atteggiamenti del soggetto producevano nei confronti del personale medico una condizione di ansia circa la propria incolumità personale, tanto che nessuno era più in grado di lavorare in modo sereno, per paura di essere ripetutamente molestati o aggrediti.
Data la gravità delle condotte e la pericolosità criminale, la Squadra Mobile diretta dal commissario capo Mattia Falso ha attivato una delicata strategia investigativa che ha portato, in breve tempo, all’emissione della misura cautelare della custodia cautelare in carcere. Il provvedimento, suffragato da importanti elementi probatori raccolti dagli investigatori della squadra mobile, è stato richiesto dal pubblico ministero Lisa Saccaro ed emesso dal giudice delle indagini preliminari Pierpaolo Beluzzi, in quanto vi è il concreto pericolo che l’uomo reiteri le proprie condotte criminose.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    La prossima volta invece delle cure, delle bastonate