2 Commenti

Termovalorizzatore, dibattito
aperto: ecco cosa brucia
quello di Cremona

Nel pieno del dibattito politico sul futuro dei termovalorizzatori, ecco il punto su quello di Cremona. L’impianto cittadino serve 320mila abitanti ed è composto da due linee di incenerimento entrate in funzione, rispettivamente nel 1997 e nel 2001. Dai detrattori viene considerato tra i più inquinanti della Lombardia, insieme a quello di Desio, ma la Regione ha riconosciuto la certificazione R1, quale produttore di energia.

Servizio di Giovanni Palisto

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Peccato che venga bruciato anche materiale che si potrebbe tranquillamente riciclare(basta vedere in discarica come viene fatta la differenziata…..tutto nell ingombrante perché così l’inceneritore ha da mangiare)

  • Illuminatus

    Cosa brucia l’inceneritore? In primis, la credibilità di chi si è fatto eleggere anni fa con la promessa di chiuderlo.