Cronaca
Commenta

Rogo al Vanitas' Market Patteggia il 24enne che provocò l'incendio

Foto Sessa

Nella notte tra il 13 e il 14 maggio 2017, quando in Galleria XXV aprile era in corso il Vanitas’ Market, lo street market dedicato alle auto produzioni artigianali  e alla moda vintage, un piacentino di 24 anni, gettando un mozzicone di sigaretta ancora acceso, aveva provocato involontariamente un incendio che aveva completamente distrutto la bancarella di Blackmilk, nella parte centrale dell’esposizione. Oggi, davanti al gup Pierpaolo Beluzzi, l’autore del rogo, un giovane incensurato, ha patteggiato sei mesi, pena sospesa. Era difeso dall’avvocato Clara Carletti. Non era nelle intenzioni dell’imputato, quella sera, far scoppiare l’incendio in galleria. Su di giri per essere stato sotto l’effetto dell’alcol, il 24enne, che era in compagnia della fidanzata, aveva gettato il mozzicone sul telo in plastica del banco di un espositore di borse. Il giovane, che aveva una bottiglietta d’acqua, aveva cercato subito di spegnere il rogo, ma le fiamme si erano sviluppate velocemente. Era stato lo stesso 24enne a lanciare l’allarme alle forze dell’ordine. Il rogo aveva danneggiato anche le vetrine della pizzeria ‘Il re delle Due Sicilie’. Sul posto erano intervenuti i vigili del fuoco che avevano spento l’incendio e i carabinieri che avevano identificato il ragazzo, in seguito indagato per incendio colposo, reato per il quale oggi ha patteggiato.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti