14 Commenti

'Non facciamo fare passi
indietro alla nostra convivenza':
appello della Tavola della Pace

(foto Sessa)

“Stiamo con chi accoglie! Vogliamo restare umani”. E’ questo il grido che si alza da piazza Stradivari, dove si è svolta oggi pomeriggio, sabato 15 dicembre, la manifestazione antirazzista promossa dalla Tavola della Pace cui hanno aderito molte sigle dell’associazionismo. Il tutto è durato poco meno di un paio d’ore, sotto l’occhio vigile dei poliziotti in borghese, visto che c’era il rischio di interferenze con il raduno degli attivisti di Forza Nuova su viale Po.

Circa 300 persone hanno raccolto l’invito delle parti sociali a manifestare “per reagire con la forza della libertà e della democrazia ad ogni forma di intimidazione e di violenza, ovunque venga praticata”. “Siamo qui – è stato detto dal  palco – per dire No ai predicatori della paura e dell’odio, ai fautori dell’esclusione e del rifiuto, ai ciechi manovali del terrore che seminano morte indiscriminata per le strade delle città. Condanniamo fermamente la furia omicida dell’episodio di Strasburgo (un minuto di silenzio a inizio manifestazione è stato dedicato proprio a questa tragedia). Siamo in questa piazza per dare fiato alle ragioni e alle pratiche della nonviolenza attiva, le uniche vere risposte che permettono di volgere gli inevitabili conflitti di una società multietnica e multiculturale verso una convivenza civile e pacifica”.

Ad aprire gli interventi, Claudia Noci, presidente dell’Arci e a seguire molti altri contributi intervallati da canti tra cui quelli delle comunità straniere presenti in a Cremona. Il sindaco Gianluca Galimberti ha sottolineato come la nuova legge voluta dal ministro dell’Interno Matteo Salvini non farà altro che aumentare ancora di più le situazioni di irregolarità.  “Così si creano fantasmi nelle vie della nostra città. Fantasmi che in realtà sono riconoscibilissimi, persone con nomi e cognomi. Quello a cui stiamo assistendo non è il governo di un fenomeno, è un imbroglio, un’onda da cavalcare sulla pelle delle persone”.

Ha concluso l’incontro Honorine Allangba, presidente della Consulta degli Stranieri:  “Non ci sentiamo estranei, siamo immigrati strutturali, perchè facciamo parte della struttura economica e sociale di questa città …. Su una popolazione di 71mila abitanti, più di 4000 mila sono rumeni e quindi cittadini europei, gli altri 6000 vengono da tutte le parti del mondo. In questi anni sono stati fatti passi avanti per la reciproca conoscenza e convivenza, per questo faccio un appello: non facciamo fare passi indietro a questo sforzo di conoscenza”.  g.biagi

Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Camillo Frangipane

    Ma queste brave persone, oltre che criticare, lavorano, producono , pagano imposte, contributi, ticket, bollette, etc. ?

    • Orto

      Qualcuno pagherà imposte e tributi, altri non lo faranno…. È stata una manifestazione antirazzista e pacifica, prendiamone coscienza. Mi sorge pero’ una domanda. Visto che ci saranno più irregolari, cosa pensate di fare se nemmeno riuscite a controllare quelli di oggi? Non riuscite nemmeno a mettere fine ai questuanti molestatori di oggi. Quello in via Solferino col sottovaso in mano, la finta ammalata con bombola di ossigeno, i trombettieri in corso campi e sotto casa mia, i personaggi davanti al supermercato di piazza lodi. Vivo a Cremona da 15 anni e non ho mai visto una città così sciatta. Mi spiace dirlo, perche ne sono innamorato.

      • Alceste Ferrari

        Non pagheranno tasse e bollette se lavoreranno in nero, se verranno sfruttati con criteri schiavistici
        Mettili in regola, e vedrai che non sgarreranno perché da questa regolarità dipenderà il loro stare qui in regola.
        Come succede a tutti quegli stranieri che lavorano con regolare contratto e sono i primi nelle code alla posta per pagare bollette e multe

      • Rosso Verdi

        Quindi per non avere irregolari o peggio in giro dovremo mantenerli a oltranza ? C’è gente che dopo anni di accoglienza e percorsi di integrazione sta ancora a bighellonare e chiedere soldi davanti ai supermercati e farmacie. Nell’articolo si parla dei 4000 rumeni che abitano a Cremona, ma non ricordo che qualcuno li abbia mantenuti per anni nelle cooperative, per timore che commettessero delitti.

        • Orto

          Ho forse detto che dobbiamo mantenerli ad oltranza?

      • Mario Rossi SV

        Dillo al sior sindaco, è compito suo.

    • Alceste Ferrari

      Queste persone vogliono avere un permesso di soggiorno per fare un percorso di integrazione, andare a scuola e mandare i propri figli a scuola, apprendere l’italiano e le regole della democrazia italiana; per poter lavorare ed essere pagati in regola, non sottopagati e in “nero”, pagare tasse e contributi come fanno gli immigrati che in Italia producono il 10% del pil nazionale, pagano tasse e contributi che servono a pagare il 32% delle pensioni
      Revocare i permessi di soggiorno a chi sta seguendo questi percorsi, negarli a chi arriva portandosi sulle spalle dolore e traumi , morti e sopraffazione, significa creare ad hoc un fiume di irregolari sbattuti in mezzo alla strada, a cui non resta altro che l’elemosina e umiliazione
      Sicuri di avere creato sicurezza?

      • Rosso Verdi

        Secondo i dati ISTAT e INPS i 5 milioni di stranieri regolari (8,3% della popolazione italiana) hanno versato nel 2017 circa 8 miliardi di contributi, cioè meno del 5% del totale dei contributi versati al’INPS, il 32%, che non sta ne in cielo ne in terra, Sarebbe poi interessante sapere dove sono tutti questi posti di lavoro regolari, non sottopagati, non in nero che attendono tutti questi immigrati (irregolari).

        • Illuminatus

          Infatti l’Alceste con il suo fantomatico 32% si è fregato da solo. Bravo, avanti così, che ha un luminoso futuro.

      • Mario Rossi SV

        Ecco il commento che è la sagra delle stronz@te, numeri alla c@zzo e ragionamenti anche peggio. Meno male che la pacchia è finita!

      • Illuminatus

        “Queste persone vogliono avere un permesso di soggiorno per fare un
        percorso di integrazione, andare a scuola e mandare i propri figli a
        scuola, apprendere l’italiano e le regole della democrazia italiana;”

        Le regole della democazia italiana….Massignuur… Lo dica a quelli che mi sono entrati in casa a rubare ed hanno scioccato mia figlia minore che era in casa da sola.,..

    • Gianluca Boldrini

      Perchè gli italiano, notoriamente, sono tutti molto ligi al versamento delle imposte…. vero? Perchè a te Camillo, che fai la morale, non è mai capitato di pagare qualcosa/qualcuno senza scontrino o senza fattura? E quando compri qualcosa e qualcuno non ti fa lo scontrino, lo esigi, vero? Se si ti faccio i miei complimenti per la tua integerrima morale, ma se non fosse così allora saresti proprio un ipocrita.

  • Roberto

    Tutti sempre a parlare di questi extracomunitari che hanno bisogno, della loro integrazione, della loro posizione lavorativa, delle tasse che pagheranno… ma canaglia mai si parlasse degli italiani che hanno lavorato, che hanno gia pagato le tasse e che ora si trovano difficoltà, per chi ha perso lavoro ed ha famiglia, per chi non riesce più ad avere assistenza sanitaria perché satura sopratutto da chi non l ha mai pagata, le aziende chiudono ogni giorno lasciando a casa gente, i servizi ai contribuenti sono scadenti, la sicurezza diventa sempre piu un problema sia perche la gente vá fuori di testa e sia perche ci si arrangia sempre di piu in modo scorretto nel procacciarsi benessere, le cittá sono sempre piu squallide perché non ci sono soldi per le manutenzioni. Ma se anche per noi non ci sono più spazi, dove li mettiamo tutti questi disgraziati, questo voler a tutti i costi creare un mondo unico di convivenza, secondo me sta creando un mix letale dove fra poco saremo tutti contro tutti, una guerra civile una guerra di poveri! E concludendo, la natura stessa ha creato degli habitat e ci ha suddivisi, un motivo ci sará, un equilibrio naturale che in questo mondo si sta sballando, che mondo di mer.. sta diventando.

    • Illuminatus

      Hai ragione da vendere! Purtroppo.