4 Commenti

Centrodestra, siglato patto
unitario per le elezioni. Ci
sarà anche la civica di Bordi

Saranno tre le liste civiche che affiancheranno i partiti del centro destra alle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Cremona. Una di queste, denominata ‘Cremona in movimento’ avrà sicuramente come capolista Francesco Bordi, già assessore all’Ambiente nella giunta Perri e che negli ultimi anni si era avvicinato al Meetup cittadino dei 5Stelle.  E’ l’unico nome che trapela tra quelli che compongono la lista, per ora mantenuta sotto stretto riserbo. Dovrebbe essere comunque composta da diversi nomi noti di professionisti della città.

Intanto proprio questa mattina è stato firmato a Soresina il patto unitario tra le forze politiche di centrodestra per le elezioni amministrative che si terranno nel prossimo maggio e che vedranno andare al voto oltre al capoluogo Cremona tanti comuni del territorio cremonese, cremasco e casalasco. Il nome del candidato sindaco unitario sarò svelato nella giornata di domani.

I rappresentanti di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Udc – Noi con l’Italia hanno sottoscritto un documento, “che esprime la volontà di costruire un’alleanza comune e valida per tutto il territorio provinciale in grado di battere le sinistre ed il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni amministrative” si legge in una nota congiunta diffusa dai partiti.

Il documento è stato sottoscritto nella sede della Lega a Soresina e ha ricevuto l’adesione del Partito dei Pensionati. “All’interno del documento sono presenti le priorità che caratterizzano la proposta politica del centrodestra e che necessitano di risposte adeguate sul fronte delle azioni territoriali: sicurezza; imprese, professioni e mestieri; infrastrutture e ambiente; comunità, identità, famiglia e istruzione” continua la nota. 

Tra i punti salienti del documento, quello della sicurezza, un’attenzione particolare a imprese, professioni e mestieri che comprenda la sburocratizzazione e la defiscalizzazione, mettere al centro infrastrutture (fisiche e digitali) e ambiente e riscoprire il senso di comunità: identità, famiglia e istruzione.

“E’ una data storica perché il ritorno di un centrodestra compatto e unito, come dimostra il documento che abbiamo sottoscritto, rappresenta l’unica speranza per attuare una politica di sviluppo e di vero cambiamento sul territorio” commentano Fabio Grassani in rappresentanza della Lega Nord, Massimiliano Salini in rappresentanza di Forza Italia, Stefano Foggetti in rappresentanza di Fratelli d’Italia, Giuseppe Trespidi e Gianni Rossoni in rappresentanza di Udc – Noi con l’Italia. “Il nostro scopo è ridare slancio alla città di Cremona e ai comuni del territorio provinciale, interrompendo il declino provocato dai governi della sinistra, costruendo le condizioni per la rinascita economica, civile e democratica. Abbiamo scelto di fare questo percorso insieme, ispirandoci ad un modello virtuoso ed efficiente come è quello di Regione Lombardia, fissando fin da subito obbiettivi concreti sui temi di maggiore impatto sociale e aprendo al confronto con le forze della società civile che intendono giocare un ruolo attivo nella prossima sfida elettorale”.

IL DOCUMENTO INTEGRALE

© Riproduzione riservata
Commenti
  • brontolo

    Uno per tutti,tutti per uno😂…cosa non si fa per una poltrona

    • Roberto

      Tutti uguali, pensare che quelli di sinistra mettono insieme anche cane e gatto!

      • Mirko

        El solit müstirot

  • Giulio

    Stesse facce da 10 anni, avete già fatto una figuraccia 5 anni fa, adesso fate spazio ad altri. Si riuscirà mai a cambiare Cremona? Con questa accozzaglia mai e poi mai.