Commenta

Ballerina ‘tempestata’ di sms
con minacce di morte. Stalking
Condannato l'ex fidanzato

L’avvocato Brambilla

Si erano conosciuti e innamorati, e per qualche mese avevano vissuto insieme. Poi però nel dicembre del 2017, lei, una 25enne bulgara ballerina di lap dance, aveva interrotto la relazione, e da quel momento lui aveva cominciato a molestarla. Stalking, per il gup Elisa Mombelli, che ha condannato l’imputato, Alfred, 34 anni, albanese, ad una pena di due anni di reclusione senza condizionale. Nella pena sono compresi anche i reati di percosse e minacce nei confronti della madre di lei. Per Alfred, processato con il rito abbreviato e difeso dall’avvocato Paolo Brambilla, il pm Milda Milli aveva chiesto una pena di poco superiore: due anni e sei mesi. Per quanto riguarda il risarcimento, il giudice ha quantificato una somma di 6.000 euro per la ragazza e 4.000 per la mamma. Entrambe, infatti, erano parte civile attraverso l’avvocato Vito Castelli.

L’avvocato Castelli

Per l’accusa, dal 25 dicembre del 2017 a fine gennaio del 2018, Alfred, che nel febbraio dell’anno scorso era stato sottoposto alla misura del divieto di avvicinamento, aveva tempestato l’ex convivente di messaggi sul cellulare, ma anche su facebook con numerosi messaggi contenenti minacce di morte contro di lei, i figli che aveva avuto da un’altra relazione e contro i suoi genitori. La madre, in particolare, era anche stata vittima di percosse: l’11 gennaio del 2018 l’imputato l’aveva aggredita, “prendendole la testa tra le mani e premendola con forza”. Il 34enne l’aveva pure minacciata, inviandole messaggi di morte.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti