Commenta

Caso Maugeri: Roberto
Formigoni resta in carcere
Martedì udienza a Cremona

La Corte d’Appello di Milano ha respinto la richiesta avanzata dalla difesa di Roberto Formigoni di dichiarare l’inefficacia dell’ordine di carcerazione firmato dal sostituto procuratore di Milano Antonio Lamanna in base al quale lo scorso 22 febbraio l’ex governatore lombardo 71enne è finito in carcere a Bollate per scontare la pena definitiva di 5 anni e 10 mesi per corruzione, nell’ambito del caso Maugeri-San Raffaele. Formigoni resta quindi in carcere. Nei confronti dell’ex governatore della Lombardia, martedì, nell’ambito del caso ‘Vero’, saranno sentiti i primi testi. La sede è rimasta Cremona, come deciso il 14 marzo scorso dalla Cassazione. Per l’udienza cremonese sul presunto giro di tangenti nella sanità, il giudice disporrà la traduzione del detenuto per dargli modo di assistere al processo. Imputati, oltre a Formigoni, sono Simona Mariani, ex direttore generale dell’ospedale di Cremona, e Carlo Lucchina, ex direttore generale dell’assessorato alla Sanità.

S.P.

 

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti