Commenta

Dai boschi della Val di Fiemme
due tonnellate e mezzo di
tavole per i violini di Cremona

Due tonnellate e mezzo di tavole di pregiato legno di risonanza saranno affidate alla Scuola Internazionale di liuteria ‘Antonio Stradivari’ di Cremona per creare violini, viole, violoncelli e contrabbassassi. Oggi Federforeste ha confermato il progetto che permetterà di non sprecare il legname derivante dai boschi distrutti lo scorso autunno e travolti dal vento e dal maltempo. “I boschi della musica della Val di Fiemme sono ancora in allerta per il maltempo – spiega in una nota Federforeste – e si monitora lo stato di salute degli alberi rimasti in piedi insieme alla situazione dei tronchi scaraventati al suolo dalla furia della tempesta a novembre”. Il prezioso legname per i liutai di Cremona è messo a disposizione con l’aiuto della provincia autonoma di Trento e del comune di Salò. Sarà usato dopo una stagionatura di tre anni in modo che perda l’umidità accumullata all’aperto, fanno sapere da Federforeste.

Giovanni Rossi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti