Commenta

Eletta la nuova squadra del
Gruppo Giovani Industriali
Presidente è Chiara Ferrari

Chiara Ferrari è il nuovo presidente del Gruppo Giovani industriali di Cremona. È stata eletta all’unanimità nell’assemblea privata che si è tenuta martedì 16 aprile 2019 alle ore 16 presso la sede dell’Associazione Industriali Cremona. Succede a Marco Tresoldi che ha guidato i Giovani nell’ultimo triennio. Nel nuovo Consiglio Direttivo, per il mandato 2019-2022, composto da 7 elementi, ci sono due donne e cinque uomini.  Sono stati eletti: Chiara Ferrari è il nuovo presidente del Gruppo Giovani industriali di Cremona. È stata eletta all’unanimità nell’assemblea privata che si è tenuta martedì 16 aprile 2019 alle ore 16 presso la sede dell’Associazione Industriali Cremona. Succede a Marco Tresoldi che ha guidato i Giovani nell’ultimo triennio. Nel nuovo Consiglio Direttivo, per il mandato 2019-2022, composto da 7 elementi, ci sono due donne e cinque uomini.

Sono stati eletti:

Francesco Bosisio – Impea Srl – metalmeccanico – Piadena (CR)Matteo Galbignani – Seri-Art Srl – grafici cartotecnici – Cremona (CR)Leonardo Ghidetti – Onsize Srl – terziario – Cremona (CR)Giovanni Ogliar Badessi – Etc Srl – metalmeccanici siderurgici – Bagnolo cremasco (CR)Elena Prandelli – Atp Srl – metalmeccanici siderurgici – Spino d’Adda (CR)Nicolò Rivaroli – Scatolificio Rivaroli Josè Snc – grafici cartotecnici – Scandola Ravara (CR)

“Sono molto soddisfatta e intendo mantenere il lavoro fatto da Marco Tresoldi in questi tre anni” – dichiara Chiara Ferrari – “Il Gruppo è una palestra di apprendimento. E’ importante partecipare. Il tempo dedicato al Gruppo ti restituisce tanto: confrontare idee, esperienze e competenze fa crescere il bagaglio di conoscenze di ogni imprenditore proprio perché questi insegnamenti non li puoi apprendere in nessuna scuola. Mi piacerebbe ampliare ulteriormente il Gruppo mantenendolo solido. La speranza è anche quella di riuscire a far partire nuovi progetti per accrescere il contributo dei Giovani Industriali di Cremona sul territorio. In ambito di Education, la nostra delega principale, continueremo i progetti iniziati, ed anzi, cercheremo di potenziarli proprio per rinforzare quel ponte fondamentale scuola-lavoro. Così come tutti i temi legati alla ricerca, alla scuola, all’università e allo sviluppo rimarranno i nostri punti fermi. Mi piacerebbe poi approfondire alcuni temi anche attraverso best practice, visite aziendali e contributi che ci permettano di crescere come imprenditori.Vorrei che la voce dei Giovani Industriali si facesse sentire sul territorio forte e chiara.”

“Lascio un Gruppo che mi ha dato tanto.” – dichiara Marco Tresoldi – “Ho avuto modo di confrontarmi con colleghi imprenditori su più fronti, abbiamo portato avanti e sviluppato una buona squadra, solida e intraprendente. Faccio un grande in bocca al lupo a Chiara che sono certo saprà trarre dal mandato tutte le opportunità per far crescere ulteriormente il Gruppo e per lasciare il segno sul territorio.”

I PUNTI DEL PROGRAMMA
L’importanza della crescita di un imprenditore giovane per l’impresa e per la società; Coscienza di ruolo dell’imprenditore e dell’impresa; Contributo fattivo alla società; Il Gruppo come «palestra» associativa per imprenditori giovani che permette di esplorare le opportunità a disposizione; Il Gruppo come squadra coesa di imprenditori che si sentano parte di un progetto comune; Lo spirito associativo a servizio dell’Associazione.

© Riproduzione riservata
Commenti