9 Commenti

Il cavalcavia del cimitero perde
pezzi: ruggine e parti scoperte
anche sulla rampa principale

foto Sessa

Nessun intervento sul cavalcavia del cimitero dopo la segnalazione di inizio maggio riguardante il parapetto in marmo sulla parte più alta del manufatto. Non solo: dopo l’atto vandalico che ha causato il distacco del materiale, ancora accatastato a terra e circondato da un nastro di cantiere, emergono altri problemi, che riguardano tutta la rampa principale che sale da via Dante: erba che spunta dall’asfalto, crepe nell’asfalto e nei tombini, giunti arrugginiti, come pure pezzi di ringhiera in ferro. pericolosi, e difatti teoricamente off limits, anche i gradini in marmo che connettono il cavalcavia con la parte bassa di via Cimitero, molti dei quali sconnessi.

fotoservizio Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Giustino Fontana

    Spendiamo soldi solo per le ciclabili… andiamo avanti così.. non parliamo delle strade in giro…. sembra di stare alla Parigi dakar ….

    • Elio

      Poi c’è chi dice che sono esibizionisti quelli che usano i fuoristrada in città 🤣🤣🤣🤣🤣.

    • Illuminatus

      Io ci ho rimesso un cerchione (l’ho storto) colpendo la parte finale del manufatto nella curva perché sporge troppo. Non a caso è nero da altri penumatici che ci hanno preso dentro.

  • Giamburrasca19

    Ma non l’hanno.sistemato qualche anno fa’?
    Non si spendono soldi solo per le ciclabili, che tra le altre cose manca sul cavalcavia.
    il problema è che la citta’ ha dei manufatti che sentono il passare del tempo e le risorse per fare la manutenzione sono pochi.

  • Elio

    Ma il comune non verifica nulla? Aspetta sempre le segnalazioni? Nessun vigile che abbia visto e che riferisca a chi di dovere?

  • Gianluca

    Le priorità cittadine sappiamo molto bene quali sono: le ciclabili. Tutto il resto è lasciato all’abbandono. Non ci vengano a dire che nel piano di riassetto della Via Dante era compreso anche il cavalcavia del cimitero, perché tanto sarebbe rimasto tale e quale.

    • Elio

      Da notare quel tombino distrutto,ottima forma di rispetto per i pedoni e per i disabili. Complimenti

  • Mario Rossi SV

    Non è una pista ciclabile, quindi non merita attenzione da parte di questa amministrazione, poi se un malcapitato ci mette un piede nel tombino rotto…diranno che è colpa di Perri…

  • marcus

    Visto che qui si parla spesso di piste ciclabili , mi risultava che le ciclabili erano finanziate con fondi europei o mi sbaglio ?