3 Commenti

Rossetto ricorre al Tar contro
il cambio d'uso che apre
le porte al concorrente MD

La società Rossetto Trade fa ricorso al Tar contro il comune di Cremona per aver autorizzato la costruzione di un altro supermercato di generi alimentari nell’area dove un tempo sorgeva la cascina Colombera. Tramite un suo legale, Lorenzo Rossetto della catena di supermercati che porta il suo nome, ha chiesto l’annullamento previa sospensione del provvedimento autorizzativo per l’uso commerciale dell’area. Nel ricorso infatti viene scritto che il Comune avrebbe suddiviso le aree in diverse tipologie dando l’autorizzazione a vendita commerciale ad uso alimentare solo a Rossetto mentre autorizzava le altre aree a esercizi commerciali di media distribuzione, a destinazione residenziale ed artigianato di servizio eventualmente trasformabile in turistico alberghiero. Successivamente invece, il Comune ha cambiato la destinazione d’uso autorizzando l’uso alimentare. I lavori della nuova struttura di vendita sono avanzati, per fare spazio a MD spa, un discount alimentare che dunque va in concorrenza con Rossetto. Si tratta di una media struttura di 1900 metri quadrati di cui 1300 destinati alla vendita, suddivisi tra 1100 per il settore alimentare e 200 per quello non alimentare.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Giamburrasca19

    Fa’ benissimo, troppa concorrenza …non se ne sente il bisogno….

  • Dixi

    Bene prima tegola in testa al vecchio sindaco

  • Elio

    Visto il risultato delle votazioni ,per i cremonesi la ex giunta di galimberti ha fatto bene a dare il permesso di fare un altro supermercato e rossetto,con tutti i suoi dipendenti,ne subiranno le conseguenze con il benestare della maggioranza dei vitanti che ha riconfermato il sindaco. Rossetto per me fa bene ma,voti alla mano,diventerà molto impopolare visto che se la prende con il comune col sindaco rieletto con grande maggioranza. Rossetto e i suoi dipendenti ringrazino il centrosinistra e tutti i suoi elettori