Cronaca
Commenta20

Presentava certificati medici, ma presenziava a matrimoni Condannato militare di Cr

Due anni e un mese di reclusione per ripetuti fenomeni di assenteismo dal servizio. Così ha deciso il  tribunale militare di Verona nei confronti di un caporale maggiore scelto dell’Esercito, in servizio al Decimo Reggimento Genio Guastatori di Cremona. Il militare aveva fatto inviare al proprio reparto numerosi certificati medici privati, ma secondo il tribunale militare, quelle malattie non c’erano, o comunque non gli avrebbero impedito di svolgere la sua normale attività lavorativa. Nel corso delle indagini il pm militare ha scoperto che il caporale, durante i periodi di malattia, come ad esempio sindrome vertiginosa o dolori al ginocchio, aveva presenziato ad addii al celibato o a matrimoni, postando pure le foto di facebook. Il sottufficiale, che si era più volte sottratto all’ordine di recarsi presso le competenti commissioni mediche ospedaliere militari, era stato giudicato ‘idoneo al servizio’. Tuttavia, non si era ripresentato al lavoro trasmettendo ulteriori certificati rilasciati da medici privati a cui non aveva riferito di essere stato valutato idoneo dall’autorità sanitaria militare. Al caporale non è stata concessa la sospensione condizionale della pena.

© Riproduzione riservata
Commenti