16 Commenti

'Io Accolgo', sabato 12
presidio in ricordo di bimbi
e mamme morti in mare

Sabato 12 ottobre, dalle 17 alle 19, il Comitato cittadino ‘Io Accolgo’ ha organizzato in piazza Stradivari (lato Camera di Commercio) un presidio in ricordo di bambini e mamme morti in mare. Gli organizzatori invitano a portare un oggetto che rappresenti l’infanzia (un libro, un gioco, un’immagine), che sarà simbolicamente posto sulle coperte termiche che avvolgono i naufraghi al momento del salvataggio.

La campagna ‘Io Accolgo’ nasce su iniziativa di un ampio fronte di organizzazioni della società civile, enti e sindacati, in risposta alle politiche restrittive nei confronti dei richiedenti asilo e dei migranti. Giovedì 3 ottobre, giornata della memoria per le vittime morte nel Mar Mediterraneo sulle rotte delle migrazioni, si è costituito a Cremona il Comitato promotore Locale ‘Io Accolgo’. “E’ ora di scegliere da che parte stare” – affermano i promotori – “per dire No all’odio e all’esclusione e Sì all’accoglienza, alla solidarietà e all’uguaglianza”.

“Il Comitato ‘Io Accolgo’ – proseguono – invita tutta la cittadinanza a partecipare alla campagna: esponendo a balconi e finestre la coperta dorata simbolo della campagna; sostenendo la petizione per chiedere la radicale modifica dei ‘decreti sicurezza’. Non possiamo inoltre rimanere indifferenti di fronte alla terribile notizia di questi giorni del naufragio che ha coinvolto donne e bambini”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Camillo Frangipane

    Comitato Io Accolgo ? Sì, e i fessi lavorano e pagano il conto per mantenere un esercito di nullafacenti.

    • Angelo Dellamorte

      Si capisce che non capisci certe situazioni.

      Molti sono morti per cui non costano. Questo ti rallegrerà immagino.

    • Marco

      Si, nullafacenti, dovresti vedere in che condizioni lavorano gli immigrati africani nelle campagne di tutta Italia.

      • Gemelli

        Ricordo anche due donne morte nelle campagne italiane o sbaglio?

        • Angelo Dellamorte

          Quindi se muoiono italiani è un problema …. gli africani no?

          • Gemelli

            In entrambi i casi ,io mi sono soffermata sulle donne, ma Lei come sempre spara a zero.

        • Marco

          Certo che le ricordo. I morti sul lavoro sono una tragedia da combattere indipendentemente da quello che c’è scritto sulla carta d’identità. Ma da combattere sul serio, non in modo pretestuoso stile “prima gli italiani, anche da morti”.

      • Camillo Frangipane

        Se l’Italia può offrire solo questo tipo di lavoro a perché vi agitate tanto per farne arrivare ancora di più?

        • Marco

          Quindi stai dicendo che non sono nullafacenti? E che sono sfruttati per mantenere il nostro settore agricolo “competitivo” (leggi: garantire il profitto agli imprenditori della distribuzione)? Occhio alle contraddizioni. Oltretutto stai perdendo di vista la questione principale, che non è lavorativa, ma umanitaria (e no, non tirar fuori la storia delle ONG taxi del mare, siamo ancora a 0 prove a sostegno del gomblotto)

  • Seba

    In ricordo dei disoccupati che si suicidano , i nostri pensionati che non si curano perché non hanno soldi .. .. siete proprio fissati …
    Pensate un po’ ai vostri connazionali

    • Angelo Dellamorte

      Fatti un tuo comitato per i problemi che ti stanno a cuore.

    • Marco

      Si può anche pensare a entrambi. O hai qualche pregiudizio razziale?

  • Piero

    Mi sembra di capire che gli organizzatori (qui anonimi poiché non compare un solo nome) siano persone che mostrano disappunto verso leggi dello Stato.
    Nessuno manifesta per il bollo auto?

    • Telafó Giovanni

      Proprio la stessa cosa…

      • Piero

        Direi di sì. Manifestare per promuovere comportamenti è cosa differente dal contestare leggi dello Stato. Questa manifestazione contesta leggi dello Stato, non promuove comportamenti. Tanto vale farla contro il bollo auto.

        • Telafó Giovanni

          Ecco, bravo…faccia una bella manifestazione contro il bollo auto!