Commenta

Pizzighettone, l'intrigo
al castello del 1449 viene
raccontato da Tansini

“1449: un condottiero del Rinascimento italiano conquista con l’astuzia una piazzaforte della Lombardia. Una vicenda lontana nel tempo; ma ciò che sembra remoto talvolta rivela aspetti interessanti e inaspettàti, che possono generare un racconto dalla trama complessa e coinvolgente”. E’ questo il cuore di ‘Pizzighettone 1449: intrigo al castello’, lo spettacolo che nella serata di domani, sabato 2 novembre, alle 21.00 racconterà al pubblico la conquista sforzesca della roccaforte di Pizzighettone. Sarà una narrazione storica con visita guidata entro le antiche mura del borgo cremonese sul fiume Adda, illuminate in parte con torce e fiaccole. La cerchia muraria, Porta Cremona, il Rivellino, la Torre del Guado: un’ambientazione suggestiva in cui lo storico Davide Tansini rievocherà quest’affascinante vicenda del primo Rinascimento lombardo, fatta di guerre, intrighi, denaro e tradimenti aggiungendo un ulteriore attrattiva all’ultimo weekend dei Fasulin del l’oc cun le cudeghe che si chiuderà domenica 3 novembre.

“In bilico fra documentario e spy story – fanno sapere gli organizzatori – ma basato su ricerche personali di Tansini, il racconto non si limitaterà alla sola enumerazione dei fatti o dei dettaglî cronachistici, né sarà una semplice visita guidata néi luoghi della vicenda: invece, sarà l’occasione per un discorso articolato (ma proprio per questo interessante e coinvolgente) su un intero periodo storico e sull’eredità che ha lasciato: società, economia, usi, arti, tradizioni, curiosità (a Pizzighettone e non soltanto)”. Ci saranno dunque le vicende politiche, con il loro immancabile seguito di speranze e delusioni, le personalità più in vista dell’epoca, veri e propri VIP fra Medioevo e Rinascimento, le questioni maggiormente sentite e dibattute, come le tasse – tema sempre di attualità – e i timori per un futuro incerto. Difficile non ritrovare anche nell’attuale vita quotidiana punti di contatto con questo passato soltanto in apparenza lontano.

Il percorso è in parte entro ambienti coperti: lo spettacolo (della durata di 90/100 minuti) si svolgerà anche in caso di maltempo e non è richiesta la prenotazione. L’evento non ha scopo di lucro: i contributi raccolti dal ‘Gruppo Volontari Mura’ saranno devoluti al recupero e alla valorizzazione del patrimonio storico-architettonico di Pizzighettone. L’ingresso ha un costo di 5 euro, il punto di ritrovo è in piazza d’Armi.

© Riproduzione riservata
Commenti