Commenta

“Alle radici della storia
della Coldiretti”
Convegno a Cremona

“Alle radici della storia della Coldiretti: l’ispirazione alla dottrina sociale”: è il tema del convegno proposto da Coldiretti Cremona per questa sera, mercoledì 6 novembre, alle ore 20,30 a Cremona, nella ex Chiesa di San Vitale (piazza S. Angelo, 1). Una preziosa occasione per riflettere sulla storia della Coldiretti, la prima associazione agricola italiana ed europea, che associa 1,6 milioni di imprenditori agricoli, fondata da Paolo Bonomi, giovane partigiano cattolico di famiglia contadina originario di Romentino (Novara), il 30 ottobre 1944, quando – a Roma, in via del Seminario 113, a palazzo Serlupi Crescenzi – nasceva la Federazione Nazionale dei Coltivatori Diretti.
All’incontro interverrà Nunzio Primavera, giornalista esperto sui temi sindacali, economici e agroalimentari, che presenterà il libro “La gente dei campi e il sogno di Bonomi – La Coldiretti dalla fondazione alla Riforma Agraria”, edito da Laurana Editore. Accanto all’autore, ai vertici e soci di Coldiretti Cremona, sarà presente don Paolo Bonetti, consigliere ecclesiastico nazionale della Coldiretti. Interverrà mons. Antonio Napolioni, Vescovo di Cremona.
“Siamo orgogliosi della nostra storia e del tratto fin qui percorso, a difesa dell’agricoltura italiana, degli interessi delle aziende agricole che pienamente si sposano con i valori del nostro territorio” sottolinea Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Cremona, nell’invitare a una serata che sottolinea il percorso e i traguardi di un sindacato diventato “forza amica del Paese”, capofila negli anni di battaglie a difesa di tutti i cittadini, a partire dall’impegno per un cibo sano, dall’origine certa e garantita, nel segno della qualità e della trasparenza.
“Riteniamo questa serata un momento di riflessione importante. L’occasione per ripercorrere la nostra storia, l’importanza della Confederazione per lo sviluppo agricolo e la stretta connessione tra la sua nascita, i valori fondanti dell’organizzazione ed il rapporto quasi fraterno tra Paolo Bonomi e santo Paolo VI” spiega Mauro Donda, direttore di Coldiretti Cremona. “Le nostre radici ci permettono di prospettare un futuro migliore per le nuove generazioni verso un modello che guarda alla famiglia e verso una cultura contadina esportata in tutti gli altri settori produttivi e richiesta anche dalla Fao come modello per gli altri paesi”.
L’appuntamento si pone in preparazione della 69esima edizione della Giornata provinciale del Ringraziamento, che quest’anno la Coldiretti provinciale vivrà a Crema, domenica 17 novembre, alle ore 11 nella Cattedrale, con la santa Messa celebrata da mons. Daniele Gianotti, Vescovo di Crema. Dall’anno 1951 la Giornata del Ringraziamento viene festeggiata dalla Coldiretti in tutta Italia, inserita dalla Conferenza Episcopale Italiana tra le feste del calendario liturgico della Chiesa, per rendere grazie a Dio per il raccolto dei campi e implorare la benedizione sui nuovi lavori.

© Riproduzione riservata
Commenti