Commenta

'L’amore diviso e unito
ai tempi del Covid'

Lettera scritta da Maria Antonietta Campobasso

Giuseppe e Vincenza: lui militare di stanza a Mantova, lei infermiera presso l’ospedale di Cremona, si trovano improvvisamente ad essere travolti da un mostro e a cambiare la loro vita in modo drastico. Tutto inizia con un’emicrania, ma sarà una semplice e banale emicrania? L’ottimismo di Vincenza vuole dare forza anche a suo marito in missione a Codogno, dove la situazione emergenza è vissuta come ai tempi della peste manzoniana. Inizia l’incubo: Vincenza e Giuseppe, amorevoli genitori di due figli splendidi, Walter e Clara, si ritrovano in ospedale a Cremona positivi. Che aggettivo stupendo “positivi”, ma in questo caso sarebbe stato meraviglioso “negativi”. Insieme affrontano questo cammino difficile e doloroso per due volte : la malattia e l’allontanamento dai figli, che seppur grandi, 16 e 19 anni, si ritrovano a vivere momenti di autogestione forzata. Vincenza ha una brutta polmonite interstiziale, suo marito Giuseppe un’insufficienza di ossigeno rilevante nei polmoni …forza! Ce la dobbiamo fare!. Ringraziano tutti i medici e Os dell’ospedale di Cremona della Medicina d’urgenza che hanno soccorso curato in modo esemplare la coppia. La forza il coraggio ai tempi del corona virus..un mostro che è venuto a farci riflettere, sconvolgere e capire quanto la terra ci abbia chiamati in modo celere alla responsabilità.

 

© Riproduzione riservata
Commenti