Lettere
Commenta10

Lettera aperta al sindaco:
troppi indisciplinati in giro,
faccia rispettare le regole

da Cristina M.

Caro sindaco Gianluca Galimberti,

sono una tua concittadina, sono stata “toccata” drammaticamente dal Coronavirus e sono molto preoccupata di ciò che vedo all’interno di quella che è stata chiamata la fase due ma che forse sarebbe stato meglio chiamare, alla luce dei fatti, FASE DELL ‘OBLIO E DELLE BRIGLIE SCIOLTE.
Sindaco, hai provato a fare qualche passeggiata nelle zone dei parchi del Po,  sugli argini cittadini e perchè no anche in giro per la città?… Beh io e mio marito lo facciamo e siamo costernati. Oh sì…moltissimi Cremonesi sono ancora ligi alle regole ma parecchi altri, oltre a minare la volontà dei primi (si sa: “Ma insomma se lo fanno tutti perchè non dovrei farlo anch’io?”) minano certamente la loro salute mettendoli in serio pericolo di vita.

Chiamare improprio l’uso delle mascherine poi è un eufemismo… c’è chi si vanta di indossare la stessa da settimane, chi la porta in testa, chi in mano, chi non ce l’ha e chi ce l’ha sul collo ma non se la posiziona sul viso, come dovrebbe fare nel momento in cui incrocia un alto essere umano. Per i runner poi il discorso è a parte…moltissimi ti passano vicinissimi fino a sfiorarti regalandoti generosamente fiatate e saliva scatarrando e sputando pochi metri più avanti.
In molti casi, ce ne siamo accorti tutti, per alcuni, la distanza sociale non ha importanza e chi la osserva è costretto a balzi e scarti per evitare contatti e situazioni pericolose…molto pericolose.
Così non ci siamo e rischiamo grosso davvero… sarà peggio di quando tutto ha avuto inizio.
Sei una brava persona e per questo ho sostenuto attivamente la tua candidatura gioendo con te per la tua rielezione ed è per questo che adesso ti chiedo di alzare la voce, di arrabbiarti e di intervenire come già certi tuoi colleghi stanno facendo. Prova a pensare a dedicare ai runner luoghi circoscritti come ad esempio la pista del parco al Po; è molto ampia e non sarà per sempre. Chi passeggia (e sono tanti) ha il diritto di farlo in sicurezza perchè chi corre (anche giustamente) non indossa mascherina.
Prova a dirottare, parlando anche con gli altri organi preposti, più vigili e forze dell’ordine nei luoghi che ti ho segnalato, meglio se  in bicicletta, in scooter o in borghese perchè certa gente purtroppo capisce solo se le tocchi il portafoglio e poi magari torna a ricordarsi le regole e cosa è bene per sé e per il prossimo!
Caro sindaco di Cremona, tu sei il primo cittadino ma noi pretendiamo che in questo drammatico e cruciale momento dimostri fortemente di rappresentare solo i Cremonesi che, non senza sacrifici, mantengono comportamenti coscienziosi. Caro Sindaco i Cremonesi intelligenti e altruisti hanno bisogno di te. Vogliono essere difesi quindi ti aspetto, sui giornali e sui social con un discorso incisivo.
Fai presto per favore.
A nome di chi è preoccupato e osserva le regole, ti ringrazio.

Cristina M.

© Riproduzione riservata
Commenti