Commenta

Turismo di prossimità, CrArt
riparte con visite guidate
nei prossimi week-end

L'affresco di B.Gatti nel refettorio della chiesa di S.Pietro al Po

Ricominciano le visite guidate in città. L’associazione di guide turistiche CrArt organizza per  sabato 6 e domenica 7 giugno un tour attraverso le cinque piazze centrali della città che possono raccontare molto della sua storia, luoghi che svelano la millenaria storia cremonese nei monumenti che ospitano, nella loro conformazione o in ciò che ancora celano. In ogni piazza infatti si possono leggere tracce di momenti della vita cittadina dalla sua fondazione romana ad oggi.
Un racconto lungo secoli che parte da piazza del Comune, cuore pulsante della vita civile e religiosa e arriva a piazza Marconi, passando per piazza Roma, piazza della Pace e piazza Stradivari.

Dato il delicato periodo di ripartenza post Covid-19, per potere partecipare è necessario: prenotare la visita al numero 338 8071208 (anche sms o whatsapp). É possibile prenotare fino ad un’ora prima dell’inizio dell’evento; indossare sempre la mascherina, igienizzare spesso le mani; mantenere sempre il distanziamento sociale di 1 metro.  Il numero massimo di partecipanti per ogni data è di 10 persone; partenza alle 15.30 in piazza del Comune (davanti all’ingresso del Battistero; costo 10 euro; 8 per i soci CrArt).

Il 13 e 14 giugno  e il week end successivo, 20 e 21 giugno, visita al refettorio della chiesa di San Pietro al Po, con partenze alle ore 14.00, 15.00, 16.00, da via G.Cesari 18.  Si andrà alla scoperta del Refettorio del monastero lateranense della chiesa di San Pietro al Po eccezionalmente aperto al pubblico.
Occasioni uniche per conoscere la storia, l’arte, la vita religiosa dei lateranensi insediati presso il convento di San Pietro al Po. In particolare si volgerà lo sguardo al grandioso affresco della “Moltiplicazione dei pani” di Bernardino Gatti, opera complessa che racchiude in sè messaggi teologici ma anche temi della cultura cremonese del tempo.
Nel refettorio sarà possibile ammirare anche diverse opere d’arte di importante interesse locale che, abbandonata la loro originaria collocazione, trovano riparo in questo luogo.
La durata di ogni turno è di 60 minuti, il gruppo non può superare i 10 partecipanti.

© Riproduzione riservata
Commenti